Fra la terza Yaris e una lista da record, la WRC fa tappa in Portogallo

Dopo la durissima prova nelle terre argentine, la WRC torna di scena su un altro scenario tanto storico quanto insidioso per team e piloti. Si tratta del Rally del Portogallo, sesta prova del mondiale 2017 che giunge alla sua 51a edizione e promette molto spettacolo in pista, anche per quello che è successo nei rally precedenti.

Neuville viene dai successi in Corsica e in Argentina e vuole allungare la sua striscia a 3 vittorie, seppur qua non abbia ottenuto risultati esaltanti nelle stagioni precedenti. Inoltre dovrà guardarsi le spalle dal leader del mondiale Ogier e dal pilota della Citroen Meeke, che qui nel 2016 vinse davanti alle 2 Volkswagen di Mikkelsen(impegnato nel rally di quest’anno con la Skoda R5)e del francese. Occhio anche a Latvala ma soprattutto a Evans, grande sorpresa in Sudamerica. Il brittanico della DMACK riuscirà a confermarsi anche in Portogallo?

Il rally si svolge nel nord del paese a Matosinhos(vicino a Porto) ed è tutto sullo sterrato. Il giovedì si comincia attorno al castello Guimaraes per poi spostarsi vicino ai confini con la Spagna a Viano do Castelo e concludere il venerdì con le 2 prove sulle strade di Braga. Ma è sabato il giorno più lungo e difficile per i nostri piloti, mentre spingono al limite le loro macchine nelle montagne Cabreira. La giornata conclusiva della domenica vedrà i piloti sfrecciare in 4 speciali nel comune di Fafe, caratterizzate dalla gran folla di spettatori che è attesa ogni anno nelle strade. In totale sono 19 stages per 349,17 chilometri in cui saranno fondamentali sospensioni e gomme.

Per la 51a edizione del rally è prevista un Entry List da record: 65 macchine al via con ben 14 WRC Plus, con la Toyota che fa debuttare la sua terza Yaris con Esapekka Lappi, mentre in casa Citroen vedremo per la prima volta 4 C3 con Khalid Al Qassimi al suo debutto stagionale. Tutto confermato invece per Hyundai e Ford, con 3 i20 Coupe e 4 Fiesta M-Sport al via. Ma non ci saranno solo WRC Plus: per la WRC Trophy avremo la Mini Copper di Gorban, la DS3 di Jean-Michael Rasoux e la Fiesta RS di Martin Prokop.

20 auto per la WRC2: come già detto in precedenza Mikkelsen sarà a bordo della Fabia R5 della Skoda Motorsport insieme allo svedese Tiedemand. A sfidare la casa che ha dominato nelle prime 5 gare le 2 Ford M-Sport di Camilli e Suninen e il nostro Fabio Andolfi che correrà con la Hyundai i20 R5 dell’ACI Team Italia dopo l’incidente a Monte-Carlo con la Abarth 124 Rally. 6 vetture per la WRC3 con Enrico Brazzoli a bordo della Peugeot 208 R2.

Fox Sports trasmetterà in TV 4 speciali del rally portoghese, tra cui quella d’apertura a Lousada, la speciale cittadina di Braga, la Cabeceiras de Basto e la Power Stage di Fafe, con quest’ultima che sarà trasmessa in diretta TV domenica alle ore 13. Altrimenti c’è Red Bull TV che insieme alle dirette delle speciali del sabato e della domenica mettono anche gli highlights di fine giornata con tanto di commenti degli esperti del settore. Siete pronti a seguire questo nuovo appuntamento con il WRC?