Meeke vince in Messico con il brivido! Ogier 2° e nuovo leader mondiale, Neuville a podio.

Ci eravamo lasciati con i ritorni alla vittoria di Ford(con Ogier a MonteCarlo) e Toyota(con Latvala in Svezia), 2 case che hanno fatto la storia del rally. In questo week-end però il WRC è tornato sullo sterrato, con il Rally del Messico che ha messo veramente a prova macchina e piloti in una terra piena di pericoli e insidie. A trionfare è stata la Citroen di Kris Meeke che dopo 2 round problematici conquista la sua quarta vittoria di carriera nel WRC(non vinceva dal Rally di Finlandia del 2016) dopo una Power Stage incredibile nella quale il pilota brittanico è uscito fuori pista ed ha rischiato di perdere la gara. In una corsa dove quasi tutti hanno avuto dei problemi, il pilota brittanico, a parte quell’errore nel finale è stato perfetto fin dagli inizi ed è riuscito a vincere 4 speciali messicane. Ma a far la differenza è stata soprattutto la continuità di questo pilota, che come già visto in Portogallo o in Finlandia nello scorso anno, se ha tutto a posto può  essere veramente imbattibile per chiunque.

Al secondo posto troviamo Sebastien Ogier a 13.8 secondi che grazie a questo podio ritorna in testa al campionato dopo aver ceduto la leadership in Svezia al suo ex-compagno Latvala. Un ottimo lavoro per il campione in carica francese che a bordo della Ford Fiesta del team M-Sport ha avuto pochi problemi nel week-end ed è riuscito a prendersi il massimo possibile con 3 speciali vinte e il terzo podio su 3 rally che gli consentono di andare al comando del campionato.

Terza posizione e primo podio stagionale per la Hyundai di Thierry Neuville che stavolta non è devastante come negli inizi dei 2 rally precedenti ma riesce comunque a vincere 3 speciali+Power Stage e a rialzarsi in classifica. Può considerarsi soddisfatto il belga del suo rally messicano: stavolta non ha sprecato niente ed è riuscito a salire per la prima volta sul podio. Certo che la situazione poteva essere migliore, ma siamo sicuri che se Neuville continua su questa strada non ci metterà molto a sbloccarsi.

Quarto posto con 2 minuti e 18 secondi di ritardo dal leader per Ott Tanak che dopo 2 podi consecutivi si “accontenta” della Top 5. Per l’estone(vincitore della SS14) arriva comunque un’altra conferma delle sue capacità e della forza della nuova Fiesta WRC Plus, quinta posizione al neozelandese Hayden Paddon che può un pochino recriminare dopo un inizio molto frizzante. Sesta posizione per Jari-Matti Latvala e la Toyota Yaris che dopo la vittoria in terre svedesi era chiamata alla prova della conferma. Per ora il giudizio è rinviato dato che il pilota finlandese è stato anche lui vittima di un problema ai freni(così come per la maggior parte dei piloti in pista) e che comunque non ha fatto brutta figura in Messico. Subito dietro di lui Juho Hanninen. Ottavo un Dani Sordo che paga dazio i problemi al motore nel venerdì sera; lo spagnolo della Hyundai ha vinto 2 stages. Dietro di lui la Ford DMACK di Elfyn Evans.

A chiudere la TOP 10 la WRC2 con Pontus Tiedemand che vince nella sua categoria con la sua Skoda Fabia R5. Grande gara anche per il pilota svedese, che dopo il trionfo in casa si prende la vittoria di categoria anche in Messico, battendo il francese della M-Sport Eric Camilli di 42 secondi. Terzo della classe il messicano Benito Guerra, che con la sua Skoda si piazza 12° nelle classifiche assolute del suo rally di casa. Tanti problemi per Stephane LeFebvre e Lorenzo Bertelli che finiscono 15° e 16°.

In classifica piloti la situazione al vertice cambia: come già anticipato Sebastien Ogier va al comando con 66 punti. Jari-Matti Latvala scende al secondo posto con  58 punti. Ott Tanak si conferma al terzo posto con 48 punti. Dopo di loro abbiamo Dani Sordo in quarta posizione a 30 punti, poi l’altra Hyundai con Thierry Neuville che risale a 28 punti. Sale anche Kris Meeke, che ora sta in sesta posizione nella generale a 27 punti. Nella classifica per team la M-Sport domina con 103 punti, poi abbiamo la Toyota Gazoo Racing seconda a 67 punti e la Hyundai Motorsport terza a 65 punti. Citroen Total Abu Dhabi WRT ultima con 55 punti.

Tra un mese il mondiale di rally tornerà sulle strade asfaltate francesi. Appuntamento al 9 aprile per il Rally di Corsica!