Rally Argentina: Sempre Evans al comando, ma ora Neuville è a 11 secondi!

Il Rally d’Argentina chiude la sua seconda giornata con una lotta per la vittoria ancora apertissima. Elfyn Evans è ancora in testa con la Ford DMACK, ma Thierry Neuville recupera molto terreno con la Hyundai e si assesta al 2º posto con soli 11 secondi di ritardo.

Il britannico ha faticato molto soprattutto nella seconda parte di giornata, dove perdendo il diffusore posteriore non è più riuscito a ripetere le prestazioni della prima giornata perdendo buona parte del vantaggio che aveva sui suoi inseguitori. D’altra parte, il belga nonostante un avvio “soft” nelle prime speciali ha sempre più preso ritmo e ora può andare a cercare di ripetersi dopo la vittoria in Corsica.

Occhi comunque aperti per colui che potrebbe essere l’outsider di turno, ossia l’estone Ott Tanak che finisce la seconda giornata in sudamerica a 27 secondi dopo una buona performance. Domani ci saranno solamente 3 speciali(compresa la Power Stage), ma come già dimostrato anche nei rally precedenti, il risultato può cambiare drasticamente da una curva all’altra se non stai attento.

Infatti oggi a farne le spese sono stati 2 piloti della Ford Fiesta WRC Plus Mads Ostberg e Lorenzo Bertelli. Il norvegese ha rotto la sospensione anteriore destra durante la SS14, sprecando quanto di buono aveva fatto fino in quel momento, mentre l’italiano ha perso un paio di minuti nella SS15.

Tornando alla classifica il campione uscente e leader attuale Sebastién Ogier si piazza al 4º posto con 49 secondi di ritardo, quinta la Toyota Yaris con Jari-Matti Latvala a 1:24 dal leader. Più lontani gli altri: Hayden Paddon si mette al 6º posto con la Hyundai, settima posizione per la seconda Toyota con Juho Hanninen. 8º il nostro Bertelli, Dani Sordo recupera fino alla nona posizione e Pontus Tiedemand chiude al decimo posto dominando nella WRC2 con la Skoda Fabia R5.