Rally Portogallo: Tanak leader dopo il venerdì, OUT Meeke alla SS7

Ott Tanak si è preso il comando della classifica dopo la prima delle 3 giornate del 51° Rally del Portogallo. L’estone della M-Sport non ha vinto neanche una delle 9 speciali fin qui disputate, ma si è fin qui distinto per la sua continuità e la sua freddezza dopo che tanti celebri nomi sono stati messi fuori dai giochi per la vittoria.

Infatti prima della SS7 avevamo ben 8 piloti in 9 secondi. Ma in quella prova abbiamo assistito al ritiro di Kris Meeke dopo la rottura della sospensione sulla sua Citroen C3. Anche Jari-Matti Latvala e Hayden Paddon sono stati vittime di problemi sulle loro auto(il finnico è stato protagonista di un ribaltamento), ma sono comunque riusciti a finire prova e giornata, finendo però rispettivamente al 13° e al 24° posto. Anche Stephane Lefebvre(19°) ha avuto un incidente, durante la SS3.

In seconda posizione troviamo dunque lo spagnolo Dani Sordo a 4.6 secondi dalla Fiesta di Tanak. Il pilota della Hyundai si è aggiudicato la SS7 ed è stato una piccola sorpresa vederlo così davanti in un terreno così insidioso come quello del Portogallo. Vedremo se riuscirà a confermarsi nelle prossime giornate.

Terza posizione per il leader del mondiale Sebastien Ogier a 5 secondi dal leader. Il francese si è aggiudicato la SS8 di Braga ed è riuscito a restare sempre lucido e a non commettere errori in questa giornata. Visto l’andamento dei suoi diretti avversari per il titolo, anche ottenere un podio sarebbe un risultato d’oro per la classifica mondiale.

Al 4° posto per Thierry Neuville a 11 secondi da Tanak, subito dietro abbiamo un ottimo Craig Breen in quinta posizione con la Citroen. 6° Elfyn Evans con la Ford DMACK, poi più lontano dai primi 6 abbiamo Juho Hanninen e il debuttante Esapekka Lappi con la Toyota in settima e ottava piazza. Nono un Andreas Mikkelsen che con la Skoda Fabia R5 si conferma nettamente il migliore delle WRC2, mettendosi davanti anche al suo connazionale Mads Ostberg con la Ford Fiesta Plus.