Rally Sardegna: Paddon in testa dopo un Day 1 rocambolesco

La festa del Rally della Sardegna è cominciata con una prima giornata piena di sorprese! A cominciare dalla prima posizione, dove Hayden Paddon si è messo in testa con la sua Hyundai seppur non abbia vinto neanche una delle 9 speciali disputate sin qui. A far la differenza sin qui è stato dunque la continuità di rendimento e la capacità nel non commettere errori da parte del “Kiwi” che è meritatamente quanto sorprendemente al comando.

Il meglio messo dei big è Thierry Neuville che si mette in seconda posizione a 8.2 secondi dal suo compagno di squadra. Un ottima giornata per il vincitore 2016 del rally italiano e vincitore della SS1, che non è continuo come Paddon ma che riesce comunque a completare un 1-2 per la Hyundai e a mettersi davanti ai suoi rivali per il campionato.

Terza posizione per Ott Tanak che è il migliore della Ford M-Sport, 4° l’alfiere Toyota Jari-Matti Latvala. In quinta posizione un buon Mads Ostberg, 6° un Juho Hanninen che dopo un inizio “bomba” (era secondo alla SS5) è andato a calare nelle classifiche. 7° il leader del mondiale Sebastien Ogier, ottavo posto per un Esapekka Lappi in grande spolvero (sopprattutto nella seconda parte di giornata). Nona l’unica Citroen C3 a punti di Andreas Mikkelsen, poi a chiudere la Top 10 Eric Camilli con la Ford Fiesta R5.

Ancora una volta c’è da registrare un cappottamento per Kris Meeke. In testa dopo la SS4, il britannico della Citroen ha di nuovo danneggiato la sua C3, costringendolo al ritiro. Problemi alla SS5 anche per Dani Sordo che lo hanno condizionato anche per le prossime prove della giornata. Incidenti alla SS4 da registrare per Elfyn Evans e Craig Breen.