Rientro Volkswagen: i team non hanno un accordo

Il rientro di Volkswagen nel WRC sembra ancora molto incerto, visto che i team principal dei vari team, dopo la riunione tenutasi a Monte Carlo in occasione del primo appuntamento del Campionato Mondiale Rally, sembrano aver dato opinioni contrastanti in merito alla deroga chiesta dal costruttore tedesco per l’omologazione della Polo R WRC Plus 2017.

La Federazione sembra favorevole al rientro del costruttore, tanto da essere disposta a dare la deroga senza alcun problema, ma a decidere saranno comunque i quattro costruttori regolarmente iscritti al mondiale che, come già detto in precedenza, si sono riuniti nella giornata di giovedì senza però trovare una soluzione comune.

Secondo Jarmo Mahonen, responsabile FIA per il WRC, si è espresso in merito all’incontro, rilasciando una dichiarazione ad Autosprint: “L’incontro non è stato negativo. I partecipanti, come era loro diritto fare, hanno espresso le loro opinioni ed i loro dubbi, ed io dovrò riportarli a Volkswagen prima di organizzare un nuovo incontro. L’atmosfera era buona, quindi sembra che possano essere create le condizioni per trovare l’accordo”.

I vari team principal si sono espressi con pareri contrastanti tra loro.

Il primo a parlare è stato Yves Matton, di Citroen: “Una riunione di trenta minuti non basta per prendere queste decisioni. La richiesta di Volkswagen è di omologare la vettura per qualche rally, ma non sappiamo a quali appuntamenti si vogliono presentare, chi guiderà le vetture, che restrizioni o deroghe avranno rispetto a noi. Se si dovranno rivedere i regolamenti per permettere alla VW di correre, dovranno essere cambiati come si deve. Dobbiamo capire se questa è una prospettiva a breve termine o se davvero vogliono rientrare nel WRC. Questo rientro deve portare qualcosa al WRC e non il contrario.”

Il meno propenso al rientro di Volkswagen sembra invece essere Michel Nandan, team pricnipal i Hyundai: “Se iniziamo a concedere deroghe a tutti, le cose per chi decide di affrontare tutto il campionato potrebbero farsi difficili. Le regole sono fatte per essere rispettate: se vuoi omologare la macchina, devi iscriverti al campionato. Molte aziende in difficoltà devono porre fine ai loro programmi sportivi. Stando al regolamento, al momento è impossibile iscrivere la vettura. Mi sembra davvero strano che una decisione di questo tipo sia saltata fuori all’improvviso e che abbiano deciso di omologare la vettura.”

Molto aperto al possibile rientro di Volkswagen, invece, Tomi Makinen, responsabile di Toyota: ”Più team iscritti ci sono nel WRC, più il campionato è forte. Non abbiamo nulla contro il rientro di Volkswagen e non abbiamo nessun problema a vederli correre contro di noi. Anzi, daremo più valore, interesse ed importanza al campionato!”