Volkswagen: la Polo R5 è già in fase di sviluppo

Volkswagen sta mettendo a punto una nuova vettura da fornire ai clienti in modo da poter battere le R5 che attualmente sono leader del mercato. Proprio per questo, Volkswagen ha dichiarato che i 180 dipendenti assunti nel dipartimento “Motorsport” di Hannover saranno impiegati a tempo pieno per lo sviluppo della nuova Volkswagen Polo R5, senza però tralasciare lo sviluppo della Polo Rallycross e di un progetto elettrico, sempre dedicato al Rallycross, da cui dovrebbe nascere la vettura migliore mai impiegata per questa particolare competizione.

Davanti a loro, gli uomini di Wolfsburg hanno un programma di test intenso con l’Ing. Dieter Depping che inizialmente seguirà tutti i test con un intenso programma di sviluppo.
Per quanto riguarda i piloti che prenderanno parte allo sviluppo, non è ancora stato definito il ‘team’ ma sembra che i contendenti siano Marcus Gronholm ed Andreas Mikkelsen, attualmente sotto contratto con la Skoda e nuovo potenziale acquisto del gruppo PSA dopo il Rally di Sardegna, in cui il pilota norvegese sarà al volante di una Citroen C3 WRC Plus. Anche Sven Smeets sembra sia favorevole ad ‘assoldare’ il norvegese per questo sviluppo, ma ancora nulla è stato definito nei dettagli.

Per lo sviluppo della parte tecnica, al lavoro c’è Gerard De Jongh con il suo staff. De Jongh è l’ex ingegnere di pista di Sebastien Ogier, e sta seguendo gli sviluppi sotto la supervisione di Demaison, project manager WRC di Wolkswagen ormai da diversi anni.

In Volkswagen, il calendario di lavoro sembra essere stato definito alla perfezione, quindi tutto fa pensare che la vettura sarà assemblata entro fine agosto in modo da poter iniziare i test prima dell’autunno nell’impianto della Bassa Sassonia di Ehra Lessien. Tutta questa fretta sembra sia data dal fatto che in Volkswagen vorrebbero vedere in pista per la prima volta al Rally di Montecarlo 2018 grazie ad una deroga della FIA. Questo perchè proprio all’appuntamento monegasco del 2018 verrà presentata ufficialmente anche la Citroen C3 R5 e Volkswagen vuole capire subito a che livello di sviluppo è la Polo R5.

Tuttavia, anche se durante l’autunno e l’inverno potranno essere effettuate moltissime prove (non è da escludere un team di sviluppo con due vetture a girare contemporaneamente come fece Toyota), i risultati in pista possono variare notevolmente e non è da escludere che la comparsa a Montecarlo potrebbe essere molto deludente.

Comunque, in Volkswagen si parla di giugno 2018 come deadline per l’omologazione ufficiale FIA.