Dakar 2019 – Day 10, Camion: Nikolaev trionfa per la quarta volta!

Credit photo: dakar.com

Il russo Eduard Nikolaev ha conquistato la sua quarta Dakar riservata ai camion, la terza consecutiva. Il pilota, ormai ‘Legend’ da due anni, ha concluso i 3’096 km di prove speciali in 41.01’35”. Per lui una soddisfazione a ‘tutto tondo’ se si considera anche che è stato il pilota che ha vinto più speciali nella sua categoria. Nikolaev è stato sempre in controllo delle operazioni, gestendo nei momenti difficili e allungando nei momenti facili. L’unico ‘spavento’ lo ha avuto al termine dell’ottava tappa, quando ha perso la leadership in favore del compagno di squadra Dmitry Sotnikov. Nikolaev si conferma l’uomo da battere e sarà certamente uno dei favoriti della prossima edizione.

Secondo posto in classifica generale proprio per il sopracitato Dmitry Sotnikov. Il russo è stato perfetto nel supportare il compagno di squadra e nel tenere a bada Gerard De Rooy. Ha terminato la sua Dakar con 25’36” di ritardo da Nikolaev, ma le due speciali vinte sono segno di velocità e concentrazione. Partire dalla Russia con delle gerarchie già chiare ha fatto sì che si sacrificasse già dalla prima speciale, e non sappiamo se sia realmente in grado di dominare un’intera competizione come ha fatto Nikolaev.

Nel complesso per la Kamaz è stata una Dakar quasi perfetta. Sette speciali vinte su dieci e due piloti nelle prime due posizioni. Sarebbe potuta essere una tripletta importante se Karginov non fosse stato squalificato al termine della quinta tappa per non aver soccorso lo spettatore investito. Unica nota negativa, il ritiro di Airat Mardeev, altro fedele scudiero di Nikolaev. Per lui tanta sfortuna e tanto spirito di sacrificio per permettere a Nikolaev di vincere.

Terzo posto per l’olandese Gerard De Rooy. Gerard ha condotto una grande Dakar, anche se la fortuna gli ha completamente voltato le spalle. Dopo insabbiamenti, problemi di affidabilità e un pneumatico a fuoco in piena prova speciale, De Rooy ha comunque dimostrato che la tenacia non gli manca. Dopo essere arrivato ad oltre due ore di ritardo dal leader, è riuscito a recuperare tanto da arrivare fino ad’uno e 10 minuti. Purtroppo per lui, gli intoppi iniziali sono pesati come un macigno sulla classifica finale. Il suo ritardo finale è stato di 1.34’44”. Per lui, solo una speciale vinta in questa edizione.

Quarto posto per Federico ‘El Coyote’ Villagra. L’argentino è arrivato a distanza siderale dal vincitore (quasi sei ore) e non ha vinto nemmeno una speciale in questa edizione della Dakar. Per lui una Dakar decisamente sottotono ed un risultato che non può renderlo felice.

Quinto posto per Ales Loprais, l’ultimo ad essere al di sotto delle sei ore di ritardo.
Sesto e ottavo posto per gli equipaggi bielorussi della Maz, con Viazovich a precedere Vasilievski.
Nono posto per Teruhito Sugawara, che ha preceduto Maurik van den Heuvel.

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.