Dakar 2019 – Day 4, Moto: Brabec domina, Quintanilla solo 15°

Ricky Brabec conquista Moquegua e sale in testa alla classifica generale. Secondo Walkner e terzo Price. Giornata difficile per Quintanilla e De Soultrait.

Dakar 2019, 15 BRABEC RICKY (usa) MONSTER ENERGY HONDA TEAM HONDA CRF450 RALLY during the Dakar 2019 Peru, Etape 1 - Stage 1 Lima / Pisco, January 7 - PHOTO: BFGoodrich

Quattro vincitori diversi in quattro tappe completate. La categoria “Moto” della Dakar 2019 è una montagna russa di emozioni, sia positive sia negative. Il Day 4 vede il dominio assoluto di Ricky Brabec, ufficiale Honda HRC, capace di imporre un ritmo veloce e soprattutto costante per tutti i 352 km della Speciale Arequipa – Moquegua. Nei primi 50 km di prova lo statunitense è riuscito a superare Xavier De Soultrait (Yamaha) e Quintanilla (Husqvarna), aumentando il vantaggio sui rivali ad ogni WP, giungendo sul traguardo con 6 minuti e 19 secondi di margine su Matthias Walkner (KTM), seguito da Toby Price (KTM) a circa 7 minuti.

Curiosità di questo Day 4 è che le prime tre posizioni sono rimaste invariate dal primo all’ultimo WP, fenomeno raro in una Dakar che sin dal primo giorno ci ha abituati ad importanti colpi di scena.

Scalati di una posizione rispetto al Day 3 troviamo al 5° posto Sunderland (KTM) ed al 6° Van Beveren (Yamaha). Guadagna posizioni Paulo Goncalves (Honda), che chiude la quarta prova speciale al 6° posto, recuperando terreno in classifica generale.

Si conferma al 7° posto Stefan Svitko (KTM), nei primi dieci per la seconda volta consecutiva. All’8° posto conclude il cileno Cornejo Florimo in sella alla Honda Hrc #10, seguito da Kevin Benavides (Honda) occupante il 9° posto.

Nuovamente in Top 10 la Sherco TVC, non con Metge ma bensì con lo spagnolo Lorenzo Santolino, distaccato di 17 minuti da Brabec.

La Speciale odierna si è rivelata un disastro per Pablo Quintanilla, inspiegabilmente lento durante tutta la prova. Il cileno porta-colori Husqvarna ha terminato la giornata in P14 con un gap pesantissimo di 20 minuti. In questo modo Quintanilla perde il primo posto in classifica generale, a tutto vantaggio di Ricky Brabec, ora in testa con 2 minuti di vantaggio.

Giornata incolore anche per il vincitore di ieri Xavier De Soultrait (Yamaha). Il francese era l’apri-pista del Day 4, ma già dopo 50 km è stato superato sia da Quintanilla sia da Brabec, cedendo sempre più posizioni con il trascorrere dei chilometri. Concludendo al 15° posto De Soultrait torna ai limiti della Top 10 in classifica generale.

Anche oggi gli italiani possono gioire: Cerutti (Husqvarna) ha terminato al 16° posto confermando il risultato del Day 3, Gerini (Husqvarna) è arrivato al traguardo in P25.

Questa la Top 10 della classifica generale al termine della quarta giornata: