La Peugeot uscirà dalla Dakar dopo il 2018

Le voci che vi avevamo fornito di un possibile addio della Peugeot al Rally Dakar diventano realtà. La casa del Leone ha infatti annunciato l’uscita dalla nota corsa off-road dopo l’edizione del 2018. La scelta è stata fatta anche per via dei disaccordi con la FIA per via di alcuni cambi del regolamento ‘mirati’ a ‘penalizzare’ la casa francese e a favorirne l’entrata di altre (qui tutti i dettagli sulle nuove direttive di tecniche per il 2019).

“Questa sarà l’ultima Dakar per noi e vogliamo finire in alto la nostra grande campagna” – ha commentato il direttore della Peugeot Sport Bruno Famin“Però si sa che non si può contare su niente in anticipo. La cosa più difficile, dopo aver vinto, è rifarlo ancora”. Anche il vincitore delle passati due edizioni Stephen Peterhansel (7 volte vincitore nella classe auto, 6 volte nella motociclette) vuole far chiudere al meglio il programma della casa del Leone.

“Il problema è che più vinci, più ti viene voglia di continuare. Quest’anno sarà una corsa speciale per me, visto che sarà la 40sima edizione della Dakar e la mia 29a partecipazione. Se questa sarà l’ultima per me, resta tutto da vedere. Il nostro obiettivo sarà far vincere la Peugeot ancora e finire quest’avventura al top”.

Anche ‘il Cannibale’ Sébastien Loeb è intervenuto: “Sono felice di essermi adattato velocemente a questa disciplina, mi manca solo una certa consistenza per trasformare il tutto in risultati vincenti. Siamo ancora in alto, lo sappiamo dopo aver corso la Dakar, il Silk Way Rally e il Rally del Marocco. Per noi, tuttavia, ci sono solo 6 partenze nei Rally Raid, il chè vuol dire che saremo meno esperti rispetto ad altri concorrenti. La macchina si è evoluta e io e Daniel (Elena) abbiamo fatto progressi. Siamo migliori in ogni cosa”.