Accadde Oggi: Hakkinen la fece grossa a Monza [Video]

Esattamente 20 anni fa, il 13 settembre 1998, andò in scena il 628º Gran Premio della storia della Formula 1, che coincise con il numero 600 per la Ferrari.

Erano i tempi della lotta serrata tra Michael Schumacher e Mika Hakkinen. Il finlandese della McLaren Mercedes aveva un vantaggio di 7 punti sul tedesco della Ferrari prima della partenza. Schumacher era in pole, ma le McLaren partirono meglio.

Il tedesco si ritrovò a inseguire, ma poi riuscì a passare Hakkinen. Il motore di Coulthard si ruppe mentre lo scozzese era in testa. Il fumo dell’FO 110G V10 del compagno confuse Hakkinen. Schumacher riuscì a trarne vantaggio, mandandolo fuori traiettoria alla Roggia, poi sorpassandolo di prepotenza alla Prima di Lesmo.

Nella seconda parte di gara ci fu il ritorno inesorabile di Hakkinen che, sfruttando l’ottimo treno di gomme, riuscì ad avvicinarsi a Schumacher. Tuttavia la McLaren di Hakkinen ebbe dei problemi ai freni, che il finlandese non controllò bene e compì un testacoda alla Roggia.

L’errore e i problemi ai freni non gli impedirono comunque di concludere la gara. Hakkinen fu tuttavia superato facilmente prima da Irvine e poi da Ralf Schumacher, mentre anche Alesi gli si avvicinò. Il quarto posto gli consentì pertanto di non perdere la leadership del mondiale, con Schumacher che lo raggiunse a 80 punti.

Il podio fu un tripudio Ferrari, mentre sul gradino più basso salì Ralf Schumacher. Fu la prima volta nella storia della Formula 1 in cui due fratelli salirono sul podio.