Accadde oggi: il trionfo pazzesco di Raikkonen

Partito diciassettesimo, Raikkonen riuscì ad agguantare un'incredibile vittoria

Esattamente 13 anni fa, il 9 ottobre 2005, Kimi Raikkonen vinse un incredibile Gran Premio di Giappone. Il finlandese è stato uno dei quattro piloti ad aver vinto a Suzuka tra quelli non partiti in prima fila. Mentre Nannini e Piquet erano partiti al sesto posto in griglia e Alonso al quinto, Raikkonen nel 2005 partì addirittura dalla diciassettesima posizione!

Raikkonen era arrivato in Giappone con la certezza del secondo posto nel mondiale piloti. Il titolo fu conquistato nella gara precedente, all’autodromo José Carlos Pace di Interlagos, dallo spagnolo della Renault Fernando Alonso. Alcuni problemi tecnici alla velocissima McLaren-Mercedes si frapposero tra Raikkonen e il titolo, ma iceman era determinatissimo a far bene in gara, anche alla luce della sfortunata qualifica. Quando un mondiale piloti è già deciso, di solito la bagarre in pista è meno accesa, ma non fu il caso del Gran Premio di Suzuka. Il mondiale costruttori era ancora in gioco, con la McLaren che avrebbe potuto ancora sopravanzare la Renault.

Nel 2005 i piloti avevano diritto a un solo giro di qualifica. Ralf Schumacher fu fortunato, in quanto prese la pista più asciutta, mentre le McLaren si imbatterono nella pioggia battente. Alonso partì 16º, Raikkonen appunto 17º e il compagno di scuderia Montoya 18º.

La partenza a Suzuka

Il favorito per la vittoria era Giancarlo Fisichella, mentre gli altri protagonisti erano attardati, a causa delle qualifiche. Rubens Barrichello e Takuma Sato vennero a contatto e si ritrovarono nelle retrovie. Montoya fu chiuso da Villeneuve e andò a sbattere nei pressi dei box, causando l’entrata della safety car. Al primo giro Raikkonen era 12º mentre Alonso 9º. Dopo ben 6 giri con la safety car in pista, fu agitata la bandiera verde e la bagarre ebbe di nuovo inizio.

Al ventesimo giro Alonso riuscì a sorpassare Michael Schumacher alla 130R prendendosi la quinta posizione. Dopo la sosta, il leader era Fisichella, seguito da Button, Webber (Williams), Raikkonen e Alonso. Del quintetto di testa quello più veloce era senza dubbio iceman, il quale stabilì il giro più veloce e fece il cosiddetto overcut, quando Button e Webber rientrarono ai box per la seconda sosta. Il finlandese fu brevemente leader quando Fisichella fece rifornimento. Dopo la sosta dello stesso Raikkonen, la distanza dal pilota romano della Renault era di soli 5 secondi. Senza ancora il DRS (che giunse solo nel 2011), Raikkonen riuscì a passare Fisichella all’ultimo respiro, grazie a un sorpasso all’esterno alla curva 1. Anche il solitamente impassibile Ron Dennis si fece prendere dalla gioia dopo l’incredibile sorpasso del suo pilota.

Gli unici piloti che hanno vinto un Gran Premio dopo essere partiti da una posizione più arretrata di quella di Raikkonen sono stati  John Watson (22º a Long Beach-1983), Billy Vukovich (20º a Indianapolis-1954) e Rubens Barrichello (18º a Hockenheim-2000) .