Analisi tecnica: ecco gli aggiornamenti apportati alla Ferrari SF90 per il GP di Baku

©AMuS

Scopriamo insieme le novità tecniche introdotte sulla SF90 in occasione del GP dell’Azerbaijan

Come aveva già annunciato Mattia Binotto, team principal e direttore tecnico della Scuderia Ferrari, la SF90 sarebbe stata sottoposta a sviluppi tecnici durante il GP dell’Azerbaijan. E così è stato: nuovi barge boards, ala posteriore, modifiche al fondo piatto ed estrattore d’aria.

Partendo dall’ala posteriore, i tecnici guidati da Cardile e Sanchez hanno studiato un’ala da efficenza aerodinamica/basso carico dotata di un mainplane con curvatura piuttosto accentuata ed un vistoso flap del DRS.

©AMuS
©AMuS

Davanti le ruote posteriori, si intravedono i “famosi” deviatori di flusso verticali già studiati durante il 2018 sulla vettura-sorella SF71-H ma questa volta fanno parte della serie di soffiaggi diagonali pensati per ridurre il tyre squirt degli pneumatici.

©AMuS
©AMuS
©AMuS

Modifiche di micro-aerodinamica, ma allo stesso importante nel complesso vettura, riguardanti i barge boards nella zona dei coltelli orizzontali ed inferiori: ovviamente sono comparsi dei flap verticali da convogliare il flusso verso il posteriore.

©AMuS

Per ciò che concerne il diffusore, parte cruciale di una monoposto di F1, sono stati rivisti i laminatori di flusso nella parte inferiore del bordo laterale tali appunto da migliorare l’efficenza del fondo vettura, il che viene tradotto in maggior efficenza aerodinamica del corpo vettura.

©AMuS

Riuscirà la Ferrari a colmare il gap dalla frecce d’argento? La parola spetta alla pista…

About the Author

Luigi Gabriele Gueli
Classe 1996', studente di Ingegneria Aerospaziale che nutre sin da bambino la passione per le 4ruote e gli aerei.