Barcellona test 2 day 1: Vettel più veloce e stacanovista di giornata!

La prima giornata della seconda sessione di test prestagionali di Barcellona è andata in archivio con Sebastian Vettel e la Ferrari al comando della classifica dei tempi. Il tedesco ha completato ben 171 giri, siglando il miglior tempo di giornata pari a 1’20”396. Il tedesco ha concentrato i tentativi di time attack nella fase conclusiva della mattina, mentre nel pomeriggio il lavoro si è focalizzato sulle simulazioni di gara.

Secondo tempo di giornata per Valtteri Bottas, che ha completato 86 giri. Il finlandese ha fermato il cronometro sul tempo di 1’20”596 nel suo tentativo migliore, effettuato su coperture a mescola Soft. Nel pomeriggio, al volante della Mercedes si è messo il campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Per l’anglocaraibico le tornate completate sono state 91 ed il suo tempo migliore è stato 1’20”941, con oltre mezzo secondo di ritardo da Vettel. Il tempo di Hamilton vale all’inglese la quarta posizione di giornata.

Terza posizione per Max Verstappen, che paga 253 millesimi di ritardo da Vettel con la stessa mescola. L’olandese ha completato ben 130 giri con la sua Red Bull, ma ha accusato un problema tecnico sul finire della sessione: Max stava affrontando la curva 1 a circa un’ora e mezza dall’esposizione della bandiera a scacchi quando la sua monoposto si è zittita improvvisamente. La Red Bull non ha fatto sapere quale sia stato il problema che ha fermato l’olandese, ma i tecnici hanno lavorato duramente per rimandarlo in pista permettergli di fare alcuni giri di verifica prima della fine della giornata.

Pierre Gasly si è preso il quinto tempo di giornata, completando 54 giri. Il francese ha girato quasi esclusivamente nella mattinata prima di patire un problema all’impianto frenante collegato probabilmente alla MGU-K. Questo potrebbe accendere il primo campanello d’allarme in casa Honda.

Sesto tempo per Kevin Magnussen, che non ha puntato al time attack ma ha fatto solo simulazioni di gara, completando ben 96 giri.

Settimo e ottavo tempo per i due piloti della Renault, con Hulkenberg che ha preceduto Sainz. Proprio Sainz, che ha girato nel pomeriggio, è stato il più attivo dei piloti Renault, completando 91 dei 139 giri fatti dalla monoposto francese.

Nona e tredicesima posizione per Sergey Sirtokin e Lance Stroll, anche loro alternatisi al volante della Williams FW41. Mentre il russo ha puntato molto al time attack (completando 42 giri), il canadese ha lavorato prevalentemente sul passo gara, testando anche le SuperSoft e completando 86 tornate.

Decima ed undicesima posizione per Perez ed Ericsson. Mentre il messicano ha lavorato molto sulla VJM11 ‘laboratorio’, lo svedese ha girato in tranquillità per tutta la giornata, completando il programma di lavoro previsto per oggi ed effettuando un totale di 120 giri.

Dodicesimo tempo e giornata molto negativa per Stoffel Vandoorne, che ha dovuto fermare la sua monoposto a causa di alcuni problemi alla power unit Renault. Sembra che la McLaren abbia studiato degli scarichi molto estremi ed un cofano motore un pò troppo piccolo, che non faciliterebbero il raffreddamento della power unit. A Woking sono già a lavoro per risolvere il problema e giovedì dovrebbero esserci i nuovi componenti da provare.