Brawn: “Elimineremo DRS e penalità in griglia!”

Ross Brawn, nel paddock di Monza, si è concesso ad alcune interviste che hanno fatto in modo che il manager britannico rivelasse importanti informazioni sul lavoro intrapreso da Liberty Media per rendere nuovamente popolare la Formula 1.

I primi due aspetti su cui la nuova direzione della Formula 1 vuole concentrarsi sono l’eliminazione del DRS e l’abolizione delle penalità in griglia di partenza per i piloti che sostituiscono elementi del motore oltre le 4 unità concesse dal regolamento.

Anche noi avevamo detto la nostra sulle penalità in griglia di partenza per i piloti di Formula 1, e sembra che molti la pensino come noi, perfino lo stesso Ross Brawn, che ha definito “massicciamente impopolari” queste penalità.
In merito alle penalità in griglia di partenza, Brawn si è espresso così: “Odio influenzare la gara con queste questioni tecniche. Ovviamente anche un guasto in corsa è una questione tecnica, ma è sicuramente una situazione molto diversa. Dobbiamo trovare una soluzione a questo, sia attraverso una diversa forma di pena, sia rimuovendo le sanzioni e trovando una diversa soluzione. Non è giusto che un pilota venga penalizzato per problemi totalmente fuori dal suo controllo.”

L’ex team principal della Mercedes ha continuato: “Stiamo lavorando di concerto con la FIA per capire se si può trovare una soluzione migliore, e la modifica dei motori può essere un primo passo. Stiamo valutando la decurtazione dei punti della classifica costruttori e l’eliminazione delle posizioni di penalità: quello che è successo domenica, quando Vandoorne ha avuto 65 posizioni di penalità, è indecente.”

Brawn ha detto la sua anche sull’utilizzo del DRS, che sembra non piacere alla gran parte degli appassionati e degli addetti ai lavori: “Sicuramente il DRS aiuta i sorpassi, ma serve sviluppare diversamente le monoposto in modo che soffrano meno le turbolenze delle altre vetture e possano sorpassare solo con l’aiuto della scia. Le attuali vetture di Formula 1 sono progettate per non avere nulla attorno, e questo crea una perdita di prestazioni quando due piloti si avvicinano. Anche i programmi di CFD non prevedono nulla in prossimità della vettura, e questo fa in modo che la vettura in pista non sia veloce al 100%.”

Brawn ha poi concluso: “Puntiamo ad eliminare il sistema del DRS, agli appassionati non piace un sorpasso che si effettua grazie alla pressione di un pulsante. Se detteremo le giuste linee guida, entro il 2021 potremo rimuovere completamente il DRS!”