Brawn: “Regole 2021 ferme. Non vogliamo un altro caso Mercedes”

I concept relativi alle monoposto future sono già pubblici, ma la Federazione non dà volutamente indicazioni specifiche

La nuova proprietà della Formula 1 si sta dando un gran da fare per cercare di avere nuovamente equilibrio prestazionale tra i team. Proprio per questo motivo, il nuovo responsabile sportivo della Formula 1 ha spiegato che la Formula 1 non sta dando volutamente delle indicazioni alle squadre.

Lo scopo è appunto quello di evitare che qualche concorrente possa trarne vantaggio portandosi avanti sulla concorrenza. Proprio per questo motivo, il regolamento sull’aerodinamica 2021 è ancora fermo. Liberty Media vuole assolutamente evitare un altro ‘caso Mercedes’ come quello delle power unit ibride, quindi i team non sapranno nulla finchè non si vedranno le prime monoposto per il 2020.

“Sia Liberty Media che la Federazione si sono già impegnate per realizzare un concept di quella che potrebbe essere la vettura 2021” ha dichiarato Ross Brawn al sito della Formula 1. “Tuttavia, solo con un concept, i team non hanno elementi a sufficienza per avviare la progettazione delle monoposto. Non stiamo volutamente rilasciando informazioni. Non vogliamo che le scuderie con una maggiore disponibilità economica si possano avvantaggiare rispetto alle altre. Tuttavia, va anche detto che nel momento in cui le informazioni verranno diramate, le scuderie con più risorse economiche saranno comunque più avanti rispetto alle altre”.

Brawn ha poi concluso: “I team avranno circa un anno per lavorare alle auto 2021. Penso che sia un giusto intervallo temporale. Una volta progettate le monoposto 2020, si potrà iniziare a lavorare sulle monoposto 2021”.

Questa decisione di Liberty Media fa comunque risaltare un’altra questione più volte sollevata: quella del budget cap. Brawn ha fatto riferimento alla disponibilità di risorse, ma questa sarebbe ininfluente se il budget cap fosse già attivo. Così, tutti avrebbero le stesse risorse e la competizione ‘economica’ avrebbe fine. Inoltre, avere solo un anno per progettare le nuove monoposto, vorrebbe dire che il progetto iniziale sarà molto importante, visto che ci saranno meno risorse (umane ed economiche) da destinare agli aggiornamenti delle monoposto.

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.