Briatore sulla Ferrari: “non possono vincere con Raikkonen, io prenderei Verstappen a occhi chiusi”

Nonostante il successo della Ferrari ad Interlagos, Flavio Briatore non è convinto che il Cavallino abbia la coppia necessaria per puntare al titolo nel 2018. L’imprenditore piemontese, ai microfoni di Radio Rai, punzecchia entrambi i piloti ferraristi (soprattutto Kimi Raikkonen) per non essere riusciti a concretizzare l’enorme potenzialità della macchina in alcune occasioni. Soprattutto in quella di Singapore, dove c’è stato l’incidente al via tra Seb e Kimi.

“Una partenza così rovinosa influisce tutto il team.” – afferma l’ex-manager di Benetton e Renault in Formula 1 – “La colpa è dei piloti. Mi ricordo una volta che quando avevamo delle macchine meno competitive delle McLaren dissi a Fernando di farli passare. Giocarsi il campionato è diverso da giocarsi una gara. Prima di partire bisognava dire a Vettel che se Verstappen lo avesse attaccato di farlo passare. Mal che vada prendeva i punti del secondo posto. Il disastro è quando hai 2 macchine fuori, bisogna gestire i piloti in modo diverso.”

Poi si afferma sul nuovo boss della Ferrari Sergio Marchionne: “Non so chi piaccia a Marchionne, è imprevedibile e vuole vincere. Per farlo bisogna avere due piloti che possano vincere il mondiale e per me non ci sono. Raikkonen? E’ un buon pilota ma non può vincere il titolo. Fossi in Ferrari prenderei Verstappen a occhi chiusi. E’ l’unico vero talento che corre in Formula 1. E’ un pilota vero, un gladiatore in una F1 tutta clinica e che cerca ogni scusa per penalizzarlo.”

Infine non manca un commento su Fernando Alonso, pilota cui Flavio lo ha portato al trionfo nel 2005/2006 all’epoca Renault. “Se gli dai un mezzo motore, non quello che ha avuto quest’anno, sarà in grado di rimanere sempre li.” – commenta Briatore – “E’ il pilota più consistente che c’è in circolazione, riesce a tirare fuori il massimo in ogni giro, con qualunque macchina. Non si rilassa mai. Hamilton? Quest’anno era più motivato in pista che in discoteca, ha fatto bene”. E su un’ipotetica coppia Seb-Lewis per il 2019: “Non andrà in Ferrari, non può coesistere con Vettel.”