Caos mercato per Sauber e Manor: quali piloti per i 3 posti rimasti in F1?


C’è gran caos nel fondo del gruppo. No, non è Carlo Vanzini dopo un incidente alla partenza tra le ultime file di auto, ma la situazione momentanea per le ultime 2 scuderie piazzate, Sauber e Manor. Dopo la fine della stagione 2016, entrambe devono ancora cercare dei piloti per occupare gli ultimi posti disponibili per essere lì, a Melbourne il 26 marzo quando si aprirà la nuova stagione.

Per quanto riguarda il team svizzero l’unico che è stato confermato per il 2017 è lo svedese Marcus Ericsson, grazie soprattutto ai suoi sponsor. Per quanto riguarda Felipe Nasr invece, si rischia di vedere l’ultimo pilota braziliano uscire dalla Formula 1, nonostante siano suoi i 2 punti conquistati in Brasile con i quali ha sorpassato la Manor nel costruttori guadagnandosi un bonus di 35 milioni di euro. A pesare molto sul casco del braziliano sono soppratutto i suoi sponsor, dato che quello principale, Banco Do Brasil, non vuole più investire sulla Formula 1. Lo stesso Nasr ha dichiarato a Motorsport.com : “La mia priorità è quella di rimanere alla Sauber, stiamo ancora lavorando ad una soluzione per fare in modo che le cose girino ancora a nostro favore e, fino a quando ci sarà energia in questo senso, non proveremo altro. Futuro in Manor? Non posso chiudere la porta a nessuno in questo momento. Devo mettere tutto sul tavolo, per analizzare tutte le opzioni e capire quale sia la migliore per il mio futuro“. Il team principal della Sauber, Monisha Kaltenborn ha lasciato una porta aperta al braziliano, però avvisandolo anche che vogliono chiudere la questione secondo pilota il prima possibile. I piloti che potrebbero prendere il posto di Nasr potrebbero essere l’indonesiano Rio Haryanto, l’ex Esteban Gutierrez(che ha debuttato proprio con questo team nel 2013) ma anche “un europeo”.

La situazione nella Manor invece è peggiore. Perdendo il decimo posto nel costruttori rischiano di cambiare proprietà ancora una volta(alcune voci dicono che la nuova proprietà venga dal Texas). E non è tranquilla neanche la permanenza di Pascal Wehrlein. Nonostante abbia portato il primo punto alla Manor da Monaco 2014(allora Bianchi con il 9° posto sulla Marussia), il pilota tedesco di scuola Mercedes non solo ha perso il posto in Force India contro il suo “rivale” Esteban Ocon, ma rischia di perdere pure il sedile alla Manor. “Io ho fatto di tutto per restare in Formula 1“, ha commentato a riguardo il tedesco. “Alla fine, se non posso rimanere, non ci posso fare nulla. Forse ci sarà qualcosa di nuovo,  ma non avrebbe niente a che fare con una firma“. Per Pascal è aperta anche la strada della Sauber, seppur sia lui che Monisha abbiano smentito per ora alcune trattative. Anche qui sia Haryanto che Gutierrez potrebbero andare in Manor, seppur anche il pilota di riserva Jordan King vuole essere promosso.

E per quanto riguarda il nostro Giovinazzi? Bè, era difficile che venisse subito in Formula 1 e adesso sarà ancora più difficile dato che non è riuscito a fare l’impresa di vincere la GP2 nel suo anno di debutto(Gasly l’ha battuto nell’ultimo round stagionale). Adesso è dai top team che dipende la sua salita in F1 o no: se Ferrari e Mercedes hanno intenzione di prenderlo per metterlo nel loro programma di giovani piloti devono farlo ora. Se una delle 2 decidesse di prendere Giovinazzi, forse abbiamo ancora una piccola possibilità che venga messo in Sauber o Manor per il 2017, o comunque aspettare posti migliori per il 2018. In ogni caso comunque, non c’è bisogno di preoccuparsi, dato che nel peggiore dei casi Antonio correrà ancora nella GP2 l’anno prossimo, là dove con Marciello, Ghiotto e Fuoco partirà la caccia italiana al titolo che manca dal 2012(Davide Valsecchi). Per Giovinazzi un altra strada potrebbe essere quella di correre nel WEC, dove ci ha già corso quest’anno con la Ligier LMP2 nella 6 ore di Fuji e nella 6 ore di Shanghai, ottenendo 2 ottimi podi. Dovunque andrà, vogliamo fare un bocca in lupo a lui e a tutti gli altri italiani della GP2. Sperando che prima o poi uno di questi porterà in alto la nostra bandiera in Formula 1!