Domenicali: “Lamborghini in F1? Difficile, ma mai dire mai”

L'attuale CEO dell'azienda bolognese chiude (anche se non del tutto) ad un ritorno della Lamborghini in Formula 1

La Formula 1 attende il 2021 per vedere se la attesa rivoluzione sarà messa in atto. Per quell’anno sono stati nominati alcuni costruttori quali Porsche, Aston Martin o Cosworth per il loro ingresso in F1. L’ultima di esse è la Lamborghini: il CEO attuale Stefano Domenicali è stato intervistato da Formula1.com riguardo al suo passato in Ferrari e al futuro della sua azienda attuale. “La Formula 1 è stata la mia vita.”, ha commentato Domenicali.

“Di sicuro ho ancora passione, lo stress in quella categoria è altissimo, ma adesso ho più tempo per la mia famiglia. Continuo a seguirla nel mio ruolo nel World Motor Sport Council, anche se in un modo diverso. Alonso è un pilota eccezionale, stava per vincere due titoli quando la macchina non era la migliore. Mentre con Schumacher eravamo la migliore squadra in tutti i campi. Sarebbe stato bello vederli correre sulla stessa vettura per vedere chi fosse il migliore.”

Su un possibile ingresso di Lamborghini in F1 dal 2021, Domenicali ha risposto: “E’ difficile perchè oggi il livello che la Formula 1 richiede non solo per essere competitivi, ma per competere, è altissimo. Stiamo consolidando un grande gruppo, dobbiamo investire in altre priorità, quindi non vedo questa cosa possibile nel breve periodo. Ma mai dire mai. Ovviamente dipende su quali saranno le regole, perchè rappresentano un grosso interesse per il futuro.”