Eddie Irvine: “Oggi la Formula 1 è troppo sdolcinata!”

L'ex-pilota Ferrari torna all'attacco, criticando stavolta lo stesso sport e le case costruttrici.

Dopo aver definito Sebastian Vettel “un sopravvalutato”, Eddie Irvine torna a parlare alla BBC. Stavolta a finire nel mirino dell’ex-pilota irlandese è la Formula 1, o meglio, il suo evolversi durante gli ultimi decenni. “Non guardo più le gare perchè mi annoia.”, commenta così Irvine. “Vedo le macchine che girano nel circuito e penso che sia così noioso e piatto.”

Poi Eddie si spiega meglio: “Credo che quando si commetta un errore si dovrebbe almeno perdere un sacco di tempo. Negli anni 50 se sbagliavi morivi, negli anni 60 rischiavi di ammazzarti, negli anni 70 e 80 non era raro venire feriti. Oggi invece è tutto troppo sicuro. Sono stati fatti grandi passi avanti per la sicurezza, ma alla fine ci siamo ritrovati con un qualcosa che è troppo sdolcinato e che non interessa”. Proseguendo, il 53enne di Newtownards critica anche le case costruttrici che prendono direttamente parte al mondiale, menzionando non a caso Ferrari e Mercedes.

“Quando entrano, spendono un sacco di soldi. Poi si ritirano perchè non devono dimostrare più niente o perchè sono imbarazzati dai loro risultati. La Ferrari ha un sacco di potere, portando così via risorse dalle altre squadre, mentre la Mercedes ha enormi risorse finanziarie, il che causa lo stesso problema”. Irvine conclude così: “Dovrebbero cambiare tante cose, come se fosse una reazione a catena. Ma non credo che il nuovo proprietario, dopo aver speso molti soldi, voglia questo.”