F1 eSports Series: Ecco a voi il “verdetto” del Pro Draft!

F1 eSports Series. Queste tre parole rappresentano il sogno di migliaia di persone, le quali, prima a Novembre e poi a Luglio, hanno cercato di entrare ufficialmente nel mondo della Formula 1. Quel mondo che tanto fa sbavare a piloti costretti a guardare le gare dal divano o a correre in categorie minori; consapevoli che, se non per un test drive (dove paghi migliaia di euro per pochi giri), quel circus e quelle auto le si vedranno da lontano.

Ad ogni modo i 40 semifinalisti possono solo essere fieri di loro stessi. Questi ragazzi con perseveranza e caparbietà si sono messi alle spalle tantissime persone e hanno vissuto un esperienza che per molti è un sogno. Poi è ovvio, è più difficile vederla così quando sei arrivato la a Londra e non sei stato scelto. Tuttavia, anche solo l’idea che per una settimana hai fatto molte prove davanti ai capi dei team della categoria regina, dovrebbe essere una vittoria. L’avere vissuto sette giorni a Londra con tutto pagato dalla Formula 1, compresi i biglietti per il GP di Silverstone in una zona molto invidiata.

Direi che per chi l’ha vissuta è stato comunque un tassello di vita che rimarrà impresso nella memoria. Poi, come sottolineato nell’altro articolo che feci, c’è chi guarda ridendo, dicendo che non si sono fatti il c… su un go-kart (che poi non è detto) o in una categoria minore. Ma, per chi pensa questo, non tutti nascono con la camicia e il portafogli pieno, non tutti dicono “ah, farò il pilota” e diventeranno piloti.

Detto questo mi sono perso, ma scusate… A parlare di questo mi perdo un po’, sapete, correre è la mia passione.

La semifinale del Pro Draft, con ospiti speciali Max Verstappen e Pierre Gasly, andata in onda questa sera, ha portato il seguente verdetto:

  • Williams eSports: Tino NAUKKARINEN
  • Hype Force India eSports: Fabrizio Donoso DELGADO
  • Haas F1: Martin STEFANKO – Michal SMIDL
  • Mercedes AMG Petronas MotorSport: Daniel BEREZNAY
  • Renault Sport Team Vitality: Sven ZURNER – Kimmy LARSSON – James DOHERTY
  • Alfa Romeo Sauber: Salih SALTUNIC – Allert VAN DER WAL – Sonuc SALTUNC
  • Toro Rosso: Cem BOLUKBASI – Patrick HOLZMANN
  • McLaren Shadow: Olli PAKKALA
  • Red Bull Racing eSports: Joni TORMALAGraham CARROLL

S9rprendente la prestazione scura (39esimo su 40) di Fabrizio Donoso Delgado (secondo nella prima edizione eSports), la quale è comunque stata sufficiente nel farsi scegliere dalla Force India. Altrettanto sorprendente è l’ingaggio di Bolukbasi in Toro Rosso, in quanto il turco è stato il primo pilota virtuale ingaggiato dal team virtuale di Fernando Alonso. Peccato per i nostri italiani Amos Laurito, Enzo Bonito, David Tonizza, Rosario Sinacori, Pino Macrì e l’italo-venezuelano Gianfranco Giglioli, tutti scartati dai team. Un punto di vista che susciterà molte polemiche è il fatto che ci sono squadre con tre piloti e squadre con uno solo; tutto questo si può smontare dal fatto che alcune squadre hanno già piloti virtuali al di fuori del Pro Draft.

Commento ironico sulla Ferrari. Mentre la Red Bull e la Toro Rosso hanno mandato Verstappen e Gasly per accogliere nel team, loro se ne sono stati fuori. Eppure ne hanno di tifosi, eppure molti tifano Vettel o Raikkonen. Per quale motivo perdere una chance per far avvicinare un paio di ragazzi a un mondo che tanto amano? Sicuramente non è stata una bella pubblicità.