F1, GP Gran Bretagna: continua lo sviluppo della Ferrari SF90

©Carlo Nicosia | Tuttomotorsport

Dopo la pausa dal Gran Premio d’Austria, la formula 1 sbarca in Gran Bretagna per il GP a Silverstone: scopriamo insieme alcune novità tecniche introdotte sulla SF90

“Qui a casa loro”: così esordì Sebastian Vettel dopo aver tagliato il traguardo del circuito di Silverstone lo scorso anno. Impresa difficile per quest’anno ma non impossibile, come ha già affermato il team principal della scuderia Mattia Binotto date le caratteristiche della vettura attuale.

Nonostante ciò, i tecnici stanno continuando a sviluppare la monoposto chiamata SF90 in modo tale da renderla performante su una pista come quella di Silverstone, dove i rivali delle frecce d’argento hanno trionfato dall’era Power Unit, ad eccezione ovviamente del 2018 con la vittoria della Ferrari.

Grazie alle immagini del nostro inviato in pista, possiamo notare la presenza di alcune chicche tecniche su alcune zone della vettura, cominciando dalla zona dell’assale posteriore.

Per assicurare una certa quantità di carico aerodinamico, è stato necessario aggiungere dei supporti metallici, probabilmente in alluminio o titanio, tali da irrigidire il fondo piatto favorendo così la presenza della forza verticali. Questi, sono disposti alle terminazioni dei 3 set di soffiaggi longitudinali del fondo piatto.

©Carlo Nicosia | Tuttomotorsport

Altro particolare interessante riguarda il pannellino che copre la zona della sospensione posteriore, in prossimità del braccio trasversale superiore: il pannello è adesso inglobato dal cofano stesso, costituendo così un componente unico e garantendo una corretta efficienza aerodinamica, risparmiando inoltre una piccola quantità di peso.

Vi lasciamo alla prossima analisi con alcune immagini della SF90 durante l’attesa per le verifiche tecniche presso i garage della federazione.


©Carlo Nicosia | Tuttomotorsport
©Carlo Nicosia | Tuttomotorsport

©Carlo Nicosia | Tuttomotorsport

About the Author

Luigi Gabriele Gueli
Classe 1996', studente di Ingegneria Aerospaziale che nutre sin da bambino la passione per le 4ruote e gli aerei.