F1, GP Messico: Verstappen vince davanti alle Ferrari, Hamilton si conferma campione!

Max Verstappen vince di nuovo il GP Messico di Formula 1. L’olandese della Red Bull si prende la seconda vittoria stagionale con una gara azzeccata fin dalla partenza e mai in dubbio. Tuttavia non è doppietta Red Bull come alcuni auspicavano. Ma soprattutto, non è Max quello al centro dei riflettori in Città del Messico. Perchè Lewis Hamilton, seppur abbia finito dietro alle Ferrari in una delle gare più difficili della stagione, conquista la certezza aritmetica e diventa ufficialmente Campione del Mondo per la quinta volta in carriera (eguaglia Fangio)!

La gara è particolare fin dall’inizio con Ricciardo che sbaglia la partenza e Verstappen e Hamilton che ne approffitano per salire di posizioni. Max approffita della grande competività della sua Red Bull per scappare, mentre da dietro Alonso si ritira dopo aver preso i detriti della macchina di Ocon in una partenza caotica per il gruppo centrale. In mezzo passa anche il ritiro di Sainz per un problema meccanico. Poi c’è il calo Mercedes. Senza i fori sui cerchi, infatti, Hamilton e Bottas accusano tantissimo i problemi alle gomme.

Non è il caso invece delle Ferrari che vanno più lunghe di tutti con le gomme e battagliano con Mercedes e Ricciardo. Nel frattempo l’idolo di casa Perez si ritira per la delusione dei fan locali. Dopo la seconda sosta, Vettel ha puntato Ricciardo, salvo poi avere strada libera da un motore che decide di lasciare l’australiano ai piedi. L’ordine della classifica non cambierà e nei box Mercedes scoppierà la #F1esta nonostante l’anonima gara di entrambe le Freccie d’Argento.

Quindi Verstappen va a vincere davanti a Vettel e Raikkonen, poi Hamilton e Bottas per concludere la top 5 del GP Messico. A centro classifica, Nico Hulkenberg centra un ottimo 6° posto che significa punti importanti per la Renault e la corsa per il 4° nel costruttori. In settima posizione c’è un straordinario Charles Leclerc che porta l’Alfa Romeo Sauber a sorpassare la Toro Rosso in classifica anche grazie al 9° di Marcus Ericsson. In mezzo, la McLaren di un buon Stoffel Vandoorne, mentre a chiudere la zona punti c’è Pierre Gasly.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)