F1, GP Singapore: un’altra Pole spaziale per Hamilton, Vettel in seconda fila

Non ci sono altre parole per descriverlo. Ancora una volta Lewis Hamilton si rende protagonsita di uno dei suoi giri fenomenali e conquista la Pole del GP Singapore con 1:36.015. Il nuovo record della pista di Marina Bay mette a chiarire ancora una volta chi sia il pilota più forte (o perlomeno più in forma) in questo momento. La Ferrari non riesce nemmeno a mettersi in prima fila: accanto a Lewis ci sarà Max Verstappen in seconda posizione (stessa posizione del 2017…).

Il Cavallino si deve accontentare della 3a posizione con Sebastian Vettel e della 5a con Kimi Raikkonen. Un colpo duro da digerire, dato che sembravano loro i favoriti per la Pole Position del GP Singapore. E invece, dopo le ottime prove libere, arriva una sconfitta pesante, dato che in questi circuiti la qualifica è sempre cruciale per l’andamento della gara. Comunque spetta alla domenica l’ultima e decisiva parola, quindi non tutto è perduto. L’altra Mercedes di Valtteri Bottas è quarta, mentre Daniel Ricciardo chiude la terza fila sulla seconda Red Bull.

Passando a centro griglia, Sergio Perez e Romain Grosjean compongono la quarta fila, mentre Esteban Ocon e Nico Hulkenberg sono in quinta. Fuori al Q2, ci sono Fernando Alonso e Carlos Sainz per una sesta fila spagnola. Settima fila tutta Alfa Romeo Sauber con Charles Leclerc e Marcus Ericsson, in ottava troviamo Pierer Gasly e un deludente Kevin Magnussen. In nona fila troviamo Brendon Hartley e Stoffel Vandoorne, mentre le Williams chiudono la griglia con Sergey Sirotkin e Lance Stroll.