F1, Hamilton: “Ho avuto contatti con un team, ma ho scelto Mercedes”

Dopo una trattativa molto prolungata, che ha “provocato” la fantasia di molti appassionati, Lewis Hamilton comunica il rinnovo con la Mercedes. Il quattro volte campione del mondo davanti ai microfoni in Germania ha raccontato molto sulla trattativa, svelando dei retroscena. In primis l’inserimento di un altro team, coinvolto nella trattativa: “Sono stato contattato da un altro team, ma non vi dirò quale”.

In seguito ammette anche di avere delle colpe: “Le trattative si sono un po’ prolungate per colpa mia in realtà. Ma sono in Mercedes da quando ho 13 anni. Ho davvero apprezzato la pazienza che Toto ha avuto con me, perché so di non avere un carattere facile. La maggior parte delle persone non mi avrebbe lasciato tanto tempo per decidere, ma questo mostra la fiducia che c’è tra noi.”

Tuttavia, più avanti, spiega che in realtà la questione era già chiusa da un po’: “Abbiamo iniziato a trattare a inizio anno, poi qualche mese dopo, poi un altro paio di giorni e ho rimandato. Avevo il contratto pronto, poi ci siamo visti a casa io e Toto e abbiamo risolto tutto, nel week-end di Monaco. Poi sono subentrati gli avvocati, e ci è voluto un po’ di tempo”

Un’altro argomento di discussione è stata la durata del contratto con la casa di Stoccarda: “Stavamo discutendo se concludere un accordo biennale o triennale, ma la Formula 1 muterà nel 2021, e sono interessato a vedere cosa accadrà. Non aveva senso un impegno ‘nell’ignoto’. A livello commerciale potrebbe cambiare tutto, e non volevo mettermi in un vicolo cieco. È stata una mia decisione strategica“.

Infine il britannico conclude: “Ad ora ho ottimi motivi per restare a far parte di questo sport, ma tra due anni la mia vita potrebbe essere totalmente diversa, e potrei volere cose completamente differenti“.