F1, Hamilton “I nostri meccanici sono i migliori al mondo”

Lewis Hamilton oggi allunga nella classifica dei poleman, conquistando la sua 80esima partenza dal palo. Il pilota britannico, con un discreto distacco già sul compagno di squadra, ipoteca sempre di più il suo quinto titolo mondiale; questo anche grazie a una strategia discutibile della Ferrari, che ha fatto crollare Sebastian Vettel in nona posizione (poi ottava per la penalità ad Esteban Ocon).

Il campione del mondo in carica espone la qualifica dal suo punto di vista: “Ogni team ha le sue persone intelligenti ma, ultimamente, quando c’è da prendere delle scelte giuste sotto pressione, abbiamo dimostrato il perché i nostri ragazzi siano i migliori al mondo. Oggi è stato tutto perfetto, i giri che abbiamo fatto alla fine sono stati bellissimi. Abbiamo gestito al meglio tutto, è stato fantastico. Secondo me, le gomme soft potrebbero rendere più semplice l’inizio gara e tenere la posizione fino alle ultime fasi della corsa. Le due Ferrari sono uscite con le intermedie, ma onestamente ho subito pensato che non fosse la strada corretta. Ovviamente, noi abbiamo preso quella giusta come squadra. Sarebbe stato bello se aveste potuto vedere il mio arrivo in curva 1, non sapevo se fosse bagnato o asciutto. Non avevo gocce d’acqua sulla mia visiera, poi ne ho vista una, due, dieci. Ho guidato in punta di piedi e fortunatamente ce l’ho fatta mentre altri sono andati fuori pista. Fino a ora è stato un anno incredibile, questa è la numero 80 e non posso ancora crederci. Gli ultimi sei anni sono stati semplicemente incredibili, sono fiero di questa squadra e grato per il duro lavoro di ognuno dei ragazzi. Questa non è la fine, l’ottantesima pole non sarà l’ultima. Però è un bel traguardo e sono davvero orgoglioso di averlo raggiunto”.