F1: le novità tecniche introdotte in occasione del GP del Canada

©AMS

La Formula 1 va oltre l’Europa, in Canada: scopriamo insieme le novità tecniche portate dai vari concorrenti del mondiale 2019

Prosegue lo sviluppo delle monoposto di Formula 1 da parte dei team, basandosi soprattutto sul comparto aerodinamico delle vetture portando aggiornamenti ed eventuali migliorie tecniche.

Red Bull “mette le ali”, ma questa volta ai lati dello sfogo del condotto S-Duct al fine di energizzare i flussi intorno quella particolare zona; diversi team avevano già adottato questa particolare soluzione, ma le alette installate sulla RB15 hanno uno svergolamento interessante, cioè verticale.

Continua la saga degli specchietti semi-soffianti con McLaren e Toro Rosso: in entrambe i casi, la calotta del retrovisore, vincolata con un supporto verticale nella parte superiore della presa di raffreddamento, è sormontata da un flap orizzontale a Z anch’esso vincolato ma ai lati del cockpit. L’obiettivo di queste scelte è quello di migliorare l’efficenza aerodinamica.

©AMS
©AMS

Continuando in casa McLaren, i tecnici di Woking hanno portato un nuovo fondo piatto con una nuova configurazione di slot longitudinali lungo la zona antistante le ruote posteriori. In Toro Rosso si lavora in una delle zone più cruciali della vettura, i bargeboards: adesso includono 6 nuovi elementi verticali, più complessi.

©AMS

Per quanto riguarda Renault, si lavora ancora sugli endplate dell’ala posteriore giungendo così alla terza serie di sviluppo. In particolare, è stata leggermente troncata la parte terminale della parete in prossimità dei soffiaggi a pettine. Sempre nell’ala posteriore, viene montato un’attuatore del DRS con 2 supporti.

©AMS

Racing Point ha sviluppato un nuovo muso dotato di pinna nella parte inferiore, un pò come quella equipaggiata anche in passato da Mercedes. Anche per loro, terza specifica di ala posteriore con aggiornamenti riguardanti il mainplane.

©AMS
©AMS

In casa Ferrari sembra esserci aria di tranquillità; i due piloti nella giornata di oggi si dedicheranno a prove comparative di ala posteriore ed in particolare una versione con mainplane rettilineo ed un’altra con mainplane a cucchiaio.

©AMS
©AMS

About the Author

Luigi Gabriele Gueli
Classe 1996', studente di Ingegneria Aerospaziale che nutre sin da bambino la passione per le 4ruote e gli aerei.