F1, Monza | Gara: Leclerc da leggenda, la Ferrari torna a vincere a Monza dopo 9 anni.

Leclerc sale in cattedra e regala ai tifosi italiani una gara che resterà nella storia. Vettel combina un disastro. Le Mercedes completano il podio.

Buona sera dal paddock di Monza. Come vi abbiamo già raccontato, questo weekend vi raccontiamo la gara dalla sala stampa del nostro Gp di casa.

Dopo una qualifica rocambolesca, ed ai limiti dell’assurdo, la gara non poteva essere da meno. E così è stato.

In partenza sono da registrare diversi contatti nelle retrovie. In particolare Verstappen si tocca con un Perez ed è costretto a tornare ai box.

Vettel è il protagonista della fase iniziale. Al primo giro si fa superare da Hulkenberg, per poi recuperare al giro successivo. E poi è colpo di scena al giro 7. Il tedesco si gira da solo alla Ascari. Poi rientra in modo folle, rovinando la gara di Stroll, che esce fuori di pista e rientrando compie la stessa manovra, buttando Gasly fuori pista.

I commissari assegnano uno stop and go a Vettel da 10 secondi ed un drive through al canadese della Racing Point.

In testa é lotta feroce tra Leclerc ed Hamilton. Una stupefacente PU Ferrari ed un Leclerc leggendario tengono a bada l’inglese della mercedes per quasi 40 giri. Da segnalare una bandiera bianco e nera per Leclerc per jn movimento al limite in frenata a curva 2 ed un lungo dello stesso qualche giro dopo, con rientro regolare e non sanzionato.

Il tutto fino al giro 42 quando è Lewis Hamilton a bloccare in curva 1, con tanto di lungo e posizione persa su Bottas. Sarà poi il finlandese, infatti, a tentare l’assalto finale sul monegasco 21enne della Ferrari.

Niente da fare, oggi era la giornata di Leclerc. Non lo ha scelto il destino, lo ha scelto Charles. Doveva andare così e così è andata. E adesso che è già andata, tranquilli che ritornerà. Perché certe imprese, come quella di oggi, non si dimenticano.