F1, novità dalla FIA per le Power Unit 2021 e le regole 2019

Una Power Unit della Renault per la stagione 2014 di Formula 1. (c) Renault Sport F1

Dopo un incontro con lo Strategy Group e la commissione della Formula 1, la FIA ha annunciato le novità per quanto riguarda i prossimi anni. Con il presidente FIA Jean Todt e il CEO F1 Chase Carey, la Federazione ha proposto per le Power Unit 2021 di usare lo stesso tipo di motori. Un V6 turbo ibrido da 1.6 litri che però rispetto a quelli di quest’anno non avrà il sistema di recupero energia MGU-H.

Ripetiamo che ciò è ancora una proposta. Infatti il dipartimento tecnico della FIA ha in programma di discuterne più avanti in dettaglio con i costruttori attuali e quelli interessati ad entrare in Formula 1 (Porsche, Cosworth…). Il tutto dovrà comunque essere deciso prima della fine di maggio, quando la Federazione ufficializzerà i regolamenti sulle power unit 2021.

Queste proposte sono state accompagnate da una serie di cambiamenti regolamentari dal 2019 in avanti. Il limite carburante, cui avevamo già anticipato, è stato aumentato da 105 a 110 kg, mentre il peso del pilota sarà separato dal peso complessivo della vettura. Inoltre, tutti i piloti dovranno indossare i guanti biometrici. Si continuerà a discutere poi su possibili cambiamenti aerodinamici per la prossima stagione.