F1, Raikkonen favorisce l’ingresso di Giovinazzi in Alfa Romeo Sauber?

SHANGHAI, CHINA - APRIL 06: Antonio Giovinazzi of Italy and Sauber F1 and Kimi Raikkonen of Finland and Ferrari talk in the Drivers Press Conference during previews to the Formula One Grand Prix of China at Shanghai International Circuit on April 6, 2017 in Shanghai, China. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

La notizia del giorno riguarda certamente lo ‘scambio alla pari’ che vede Charles Leclerc alla Ferrari e Kimi Raikkonen all’Alfa Romeo Sauber. Per il finlandese sarebbe un ritorno nel team che lo ha lanciato nel 2001 e che aiuterebbe la squadra svizzera nella sua crescita. Ma c’è anche la paura che Raikkonen alla Sauber possa aver di fatto chiuso le porte ad Antonio Giovinazzi, dato che l’altro pilota sarebbe Marcus Ericsson.

LEGGI: Kimi Raikkonen in Alfa Romeo Sauber a partire dal 2019

Tuttavia, motorsport.com ha appreso dalle sue fonti che Kimi Raikkonen ‘non è il pilota Ferrari’. Spieghiamo meglio: l’accordo con la Sauber consente al Cavallino di mettere uno dei loro piloti sul volante della monoposto svizzera. Praticamente Raikkonen non andrebbe a prendere il posto di Leclerc (che era il posto riservato alla Ferrari). Quello pare sia destinato al nostro Giovinazzi, con tanto di forti indizi da Marko, che ha dichiarato nei giorni scorsi: ‘ci hanno fatto chiaramente sapere che Giovinazzi sarà impegnato altrove’.

Ma allora che ci fa uno come Kimi in un team di metà classifica come la Sauber? Anche qui c’è lo zampino Ferrari. Il Cavallino avrebbe proprio proposto a Finn Rausing, lo svedese a capo della cordata che ha salvato la Sauber nel 2017, il campione del mondo 2007 con un contratto biennale. Tra l’altro Alfa Romeo potrebbe mettere Raikkonen come proprio ambasciatore, il che garantirebbe un importante boost a livello del marketing.

Al momento sono solo rumors, ma se venissero confermati la Ferrari avrebbe condotto una triplice operazione geniale. Kimi Raikkonen garantirebbe prestazioni e introiti, mentre Antonio Giovinazzi avrà finalmente la sua chance di una stagione intera, e con accanto un pilota di grande esperienza con Iceman. L’asse casalingo Ferrari-Alfa Romeo è ancora molto caldo, e l’impressione è che non sia finita qui.