F1, Raikkonen: “La F1 non piace perchè ci sono troppe assurdità”

Ad una domanda sulla popolarità della Formula 1, il finlandese esprime il suo parere

Kimi Raikkonen è molto amato dai fan anche per il suo carattere, freddo, ma allo stesso tempo diretto. Anche questa volta non si è smentito, durante un’intervista, al Campione del Mondo 2007 è stata posta una domanda sulla popolarità della Formula 1. Il suo discorso ha come perno i social media.

Questo è il suo parere: “A essere onesto, penso che sui media ci siano troppe stupidaggini, storie, gossip e altra roba senza la quale la F1 starebbe molto meglio. La gente si lamenta sempre che questo sport non è divertente e si chiede perché non ci sia più tanto interesse – dice ad ‘Autosport’ – ma la verità è che si cerca di diffondere così tante assurdità che la Formula Uno inizia a soffrirne. Penso che se ci fossero meno sciocchezze e più cose attuali e vere, sarebbe molto meglio”.

In seguito, Kimi parla anche della sua vita privata e della nostalgia: “Quando hai dei figli piccoli e li tieni sulle gambe è difficile salutarli e dir loro ‘OK, papà torna a casa tra due settimane’. A volte, inoltre, sei così stanco che ti fermi a pensare ‘Ma che ci faccio qui? Adesso potrei stare a casa mia’. Ma credo che questa sia una cosa normale”.