F1, Red Bull punta a Verstappen campione!

Il team austriaco si aspetta grandi cose dalla PU Honda e da Verstappen per il 2019, mentre per Gasly "ci vorrà tempo"

La Red Bull si gioca tutto sulla Power Unit Honda e soprattutto su Max Verstappen. Che il team austriaco avesse a cuore il 21enne olandese non c’era dubbio, e la partenza di Daniel Ricciardo verso Renault ne è la prova. Helmut Marko si pone l’obiettivo di fare di Verstappen il più giovane campione del mondo, infragendo così il record che appartiene proprio a Sebastian Vettel che si prese il suo primo titolo nel 2010 a soli 23 anni.

“Abbiamo due anni per raggiungere questo obiettivo, ma ci proveremo già dalla prossima stagione.”, dice l’ex capo ingegnere della Red Bull. “Sappiamo che il primo anno non sarà facile con un nuovo motorista, ma non abbiamo scuse. Esperimenti sulla Toro Rosso? E’ una tattica per avere il meglio pronto per il prossimo anno, fa parte del concetto condiviso con Honda. I numeri che abbiamo da Honda sono già migliori di quelli della Renault.”

Il team di Milton Keynes schiererà Pierre Gasly per il 2019. Il francese, che è in F1 da un anno e mezzo con Toro Rosso, sarà promosso per la prossima stagione e correrà affianco di Verstappen. Per il giovane transalpino, comunque, non sarà ancora tempo di paragoni, anche se le aspettative sono comunque alte. “Ci aspettiamo grandi cosi da Pierre per il prossimo anno, ma non sarebbe lecito dire che può subito lottare con Max.”, ha ammesso Christian Horner, il team principal della squadra. “Gli ci vorrà tempo, ma ha grandi potenzialità e riteniamo che sia il migliore tra i giovani talenti. Merita il posto in Red Bull.”