F1 Rewind, Gp del Brasile 2008: Massa vince ma Hamilton è Campione all’ultimo respiro!

F1 Rewind ci racconta il Gran Premio del Brasile 2008, una delle gare più thrilling della storia della Formula 1.

Si corre domenica il XLVII Gran Premio del Brasile, penultima prova del Mondiale di F1 2018.
Quello di Interlagos è uno degli appuntamenti più attesi del calendario poiché la corsa brasiliana ha sempre riservato grandi emozioni e sorprese.
Per omaggiare il fresco cinque volte Campione del Mondo Lewis Hamilton, abbiamo deciso di rivivere insieme la corsa che gli consegnò il primo dei suoi titoli iridati: il Gran Premio del Brasile 2008.

Il 2008 vive, come l’anno precedente, del dualismo Ferrari-McLaren.
Tuttavia, a differenza del 2007, la corsa per il titolo non è più a tre ma si restringe a due contendenti: Lewis Hamilton per la McLaren e Felipe Massa per la Ferrari.
Il Circus arriva ad Interlagos con una situazione di classifica identica a quella dell’anno prima, il britannico della McLaren infatti può contare su un cospicuo vantaggio di 7 punti sul diretto rivale della Ferrari (Ricordiamo che nel 2008 era in vigore il vecchio sistema di punteggio in cui al vincitore spettavano solo 10 punti).

 

Nelle qualifiche l’idolo di casa Felipe Massa (Ferrari) ottiene la pole position con il tempo di 1.12.368 mentre il rivale per il titolo Hamilton (McLaren) è soltanto quarto superato anche da Trulli (Toyota) e Raikkonen (Ferrari).
La Domenica regna sulla griglia di partenza l’incertezza più totale, infatti tutti si aspettano da un momento all’altro l’arrivo della pioggia che, infatti, arriva pochissimi minuti prima del via.
La partenza viene posticipata di 10 minuti ma si tiene regolarmente (senza Safety Car) e tutti decidono di partire con gomme intermedie, al via le posizioni di testa rimangono invariate mentre, nelle retrovie, finisce con un incidente la carriera di David Coulthard (Red Bull).
Viene chiamata la Safety Car, che rimane in pista per qualche giro, ma il primo momento clou della corsa avviene durante il primo valzer di pit stop in cui tutti i piloti passano alle gomme d’asciutto.
Infatti Hamilton ritarda troppo la propria sosta e, all’uscita dalla corsia box, si ritrova settimo alle spalle di Fisichella (Renault) che era stato il primo ad effettuare il cambio gomme, con questo risultato Felipe Massa sarebbe Campione del Mondo.

L’inglese però non si lascia prendere dal panico e, complice anche l’uscita di pista di Trulli, sorpassa il pilota romano e si prende la quinta posizione che è il minimo che gli serve per laurearsi Campione.
La corsa prosegue regolare e dopo il secondo valzer di pit-stop la classifica vede Massa in testa davanti a Vettel (Toro Rosso), Alonso (Renault), Raikkonen (Ferrari), Hamilton, Webber (Red Bull) e Kovalainen (McLaren).
Le sorprese però non sono ancora finite e al 65° giro un fortissimo scroscio d’acqua costringe quasi tutti i piloti a rientrare nuovamente ai box per montare le gomme da bagnato.
Una volta rientrati in pista Massa è comodamente in testa alla gara mentre Hamilton, seppure quinto, è in difficoltà con le gomme Rain ed è braccato da Vettel che infatti, al 69° giro sorpassa il britannico facendolo nuovamente cadere nell’ oblio.
Mancano due giri alla fine, due giri in cui Hamilton tenta in ogni modo di riavvicinare la Toro Rosso del tedesco che però è troppo veloce.
Felipe Massa taglia il traguardo da Campione del Mondo ma, proprio quando ai box Ferrari si sta già festeggiando, Glock (su gomme d’asciutto che si trovava in quarta posizione) va in enorme difficoltà e viene sorpassato all’ultima curva da tantissime vetture, tra cui quella di Lewis Hamilton.


L’inglese taglia il traguardo in quinta posizione e riesce così a laurearsi Campione del Mondo 2008.
Si conclude così uno dei Gran Premi più emozionanti della storia della Formula 1, tra le lacrime d’orgoglio e di tristezza di Felipe Massa e quelle di felicità di Lewis Hamilton che diventa il più giovane Campione del Mondo della storia della Formula 1 (record poi battuto da Vettel).

Anche se il titolo Piloti è stato già assegnato, siamo sicuri che il Gran Premio di domenica saprà ugualmente emozionarci, anche perché la Ferrari ha promesso battaglia fino all’ultimo metro per il titolo Costruttori.
L’appuntamento è, naturalmente, sulle pagine di Tuttomotorsport!