F1 Rewind, Gp di Spagna 1981: meravigliosamente Gilles Villenueve !

In occasione del 37°anniversario della scomparsa dell’ “Aviatore” riviviamo una delle sue vittorie più belle.

Domenica si corre la 61° edizione del Gran Premio di Spagna che, come tradizione, apre la stagione europea della Formula 1. Negli anni sono stati diversi i circuiti che hanno ospitato la gara spagnola e oggi, per omaggiare il grande Gilles Villenueve (di cui ricorre oggi l’anniversario della morte), F1 Rewind ci riporta sul tracciato di Jarama nel 1981 per rivivere una delle gare più belle mai corse in Spagna.

La stagione 1981 è contraddistinta dal dominio delle scuderie inglesi con Williams e Brabham che si spartiranno rispettivamente il Mondiale Costruttori e il Mondiale Piloti (vinto da Nelson Piquet). La Ferrari, nonostante una vettura veloce, la 126CK, non riesce a lottare per il mondiale a causa dei problemi d’affidabilità cronici. Tuttavia Villenueve riesce ad aggiudicarsi due gare in quell’annata, l’ultima proprio a Jarama.

Le qualifiche del sabato vedono la pole position di Jacques Laffite (Ligier) in 1.13.754. Dietro il francese si piazzano le due Williams di Jones e Reutemann, Watson (McLaren), Prost (Renault), Giacomelli (Alfa Romeo) e Villenueve (Ferrari). La gara inizia con l’errore del poleman Lafitte che sbaglia lo stacco frizione scivolando addirittura in undicesima posizione. Le Williams prendono così il comando delle operazioni, dietro di loro si inserisce, grazie a una grande partenza, Gilles Villenueve che, sfruttando il super motore della sua Ferrari, alla fine del secondo giro supera Reutemann mettendosi all’inseguimento del leader della gara Alan Jones. Proprio l’australiano della Williams compie un errore al giro 14 che gli costa diverse posizioni e permette alla Ferrari di Villenueve di passare in testa alla corsa. Da questo momento in poi il canadese è un robot nel gestire la corsa, il motore turbo della sua 126CK gli consentiva di essere inattaccabile sul dritto, mentre nel misto a Gilles basta non fare errori per non essere superato, vista la carreggiata molto stretta del circuito spagnolo. Si forma un trenino composto da Villenueve, Lafitte, Watson, Reutemann e de Angelis che giungono con queste posizioni in volata sul traguardo, è uno degli arrivi più “corti” nella storia della Formula 1 con i primi tre racchiusi in 580 millesimi e i primi cinque in 1.2 secondi.

Questa fu anche l’ultima vittoria di Gilles Villenueve in Formula 1, il destino se lo sarebbe portato via l’anno successivo durante le qualifiche del Gran Premio del Belgio proprio nell’anno in cui, con una Ferrari finalmente anche affidabile oltre che veloce, avrebbe potuto raggiungere quel titolo mondiale che avrebbe sicuramente meritato. Il pilota canadese è rimasto nel cuore dei Ferraristi e nella memoria collettiva per il suo spirito combattivo, il suo gettare sempre il cuore oltre l’ostacolo. La Ferrari l’ha omaggiato sui social sottolineando proprio questo aspetto e per la Ferrari, in questo momento della stagione, non ci può essere mentore migliore che Gilles per continuare a combattere. Salut Gilles!