F1, Toto Wolff: “Odio i team order, ma non ne escludiamo l’utilizzo”

Si parlava di questione praticamente archiviata. Ora effettivamente lo è. La penalità a Sebastian Vettel è una ghiotta occasione per le frecce d’argento per monopolizzare la prima fila e controllare le sorti della gara; questo perchè per Lewis Hamilton la pratica mondiale può essere già chiusa dopo gli USA, visto che gli basta guadagnare 8 punti sul teutonico della Ferrari.

Toto Wolff sa benissimo questa cosa e, nell’intervista, ammette che non è escluso l’utilizzo di team order in gara: “ne abbiamo discusso e ho faticato tanto a prendere questa decisione. Eventualmente, se dovessero crearsi le giuste circostanze alla domenica, probabilmente terremo a mente la situazione dei punti, anche se è una cosa che odio. Ma vediamo prima come andrà domenica. Penalità a Vettel? È difficile, perché pensavo che fosse una decisione piuttosto dura presa verso Ocon a Suzuka per la stessa ragione. Ma si è creato un precedente. Ovviamente per il campionato e per lo spettacolo avremmo preferito averlo là davanti con noi a combattere”.