Ferrari, Leclerc: “Siamo dietro alla Mercedes, ma Monaco è diversa”

Il pilota monegasco non vede l’ora di correre con la Rossa il suo GP di casa e omaggia Lauda

Per la Ferrari si prospetta un GP Monaco misto di emozioni. In primis c’è la tristezza e il lutto per la scomparsa di Niki Lauda, ma poi c’è anche la consapevolezza di un week-end difficile dato lo strapotere della Mercedes in questo inizio di stagione. Charles Leclerc è al suo primo week-end monegasco vestito in rosso, e i tifosi si aspettano che lotti per il podio, anche per riscattare il ritiro dello scorso anno, quando Leclerc è rimasto senza freni sulla sua Alfa Sauber ed è andato addosso alla Toro Rosso di Hartley.

“Non ho potuto conoscere bene con Niki, ma ogni volta che abbiamo parlato si è sempre reso umile e disponibile. Ci mancherà”, dice il monegasco ricordando Lauda. “E’ bellissimo essere qui e correre per la Ferrari. Mi ricordo quando vedevo Schumacher correre mentre guardavo il GP da ragazzino e sognavo un giorno di essere al posto suo. Sono esaltato, affrontare in F1 le stesse curve con cui andavo a scuola in bus è speciale”.

“Sappiamo che la stagione non è iniziata bene e che nelle curve lente perdiamo, ma Monaco è diversa. Speriamo di fare bene. Abbiamo capito alcuni dei nostri problemi, ma non credo saremo al livello della Mercedes. Stiamo lavorando sodo insieme agli ingegneri, l’atmosfera è calma e serena. Pioggia? Sarebbe una lotteria! Non so se ci aiuterà o meno, ma mi piacerebbe, cambierebbe le carte in regola”.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)