Formula 1, FP1 GP Australia: Hamilton in testa, seguono Vettel e Leclerc

Pista sporca e classifica compatta (tranne per le Williams) nella prima sessione di libere a Melbourne

La prima sessione di prove libere del GP Australia 2019 di Formula 1 è andata negli archivi con una fotocopia del 2018 per i top team. Lewis Hamilton è davanti a tutti con un primo 1:23.599, ma le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono subito li vicino, a rispettivamente 38 e 72 millesimi dal britannico della Mercedes. Il gap rimane corto anche con la Red Bull, che piazza Max Verstappen in quarta posizione con 193 millesimi di ritardo.

Ovviamente è ancora prestissimo per prendere questi tempi e ritenerli adatti per i primi calcoli: il tracciato dell’Albert Park di Melbourne è atteso infatti da un’evoluzione costante e sempre più accentuata nel corso del week-end. Da registrare la prima bandiera rossa per l’incidente del rookie Alex Albon (13°), andato a muro con la sua Toro Rosso in curva 2 e un lungo di Valtteri Bottas (5°) alla curva 15.

Dietro i top team, a parte un Pierre Gasly che ha chiuso 8° nella sua prima FP1 con Red Bull, si conferma la grande lotta nel gruppo di centro classifica, con ben 12 vetture racchiuse in poco più di 8 decimi. A guidare il gruppo è Kimi Raikkonen, in sesta posizione con la Alfa Romeo, seguito da Daniil Kvyat sulla Toro Rosso.

9° posto per Kevin Magnussen sulla Haas nero-oro, chiude la top 10 Nico Hulkenberg dopo essere rimasto ai box per più di un’ora per un problema elettrico sulla sua Renault. Il suo compagno e idolo locale Daniel Ricciardo è 17°, mentre l’italiano Antonio Giovinazzi chiude in 11a posizione con l’Alfa Romeo. A chiudere la classifica, lontani più di 4 secondi dalla vetta e di due dalla mischia centrale, sono le due Williams di Robert Kubica e George Russell.