Formula 1, GP Belgio: torna a vincere la Ferrari con Leclerc

Prima vittoria di carriera per il monegasco nel ricordo di Hubert. 2° Hamilton, Vettel quarto dopo una gara di sacrificio

Non è il clima migliore nella quale festeggiare una vittoria, ma per Charles Leclerc arriva la prima affermazione in Formula 1 con il GP Belgio. Una grandissima gara per il monegasco, con una Ferrari che torna a vincere quasi un anno dopo l’ultima vittoria (Austin 2018). Ovviamente il trionfo è tutto dedicato al compianto Anthoine Hubert, giovane talento francese della F2 scomparso ieri dopo un incidente terribile in gara 1.

Ad essere decisivo nel trionfo della Rossa è stato Sebastian Vettel. Dopo una partenza a razzo della Ferrari, la Mercedes ha recuperato tantissimo con le gomme medie. Vettel è stato fondamentale nel tenere a bada Lewis Hamilton per un paio di giri e fargli perdere del tempo, dato che alla fine il britannico non è riuscito a prendere Leclerc. Per la Mercedes è stato comunque un buon week-end, con Hamilton secondo e Bottas terzo a limitare i danni.

Delusione enorme invece in casa Red Bull. Max Verstappen parte male e colpisce Kimi Raikkonen alla curva 1. Il contatto causerà una rottura della sospensione anteriore sinistra per Max, che finirà la sua gara al primo giro contro le barriere dell’Eau Rouge. L’incidente condizionerà anche la gara di Raikkonen, con il finlandese che chiuderà al terz’ultimo posto classificato. Più avanti ci sarà anche il ritiro di Carlos Sainz per una noia alla PU.

A tenere col fiato sospeso gli spettatori, c’è stato un ultimo giro dove è successo di tutto. Antonio Giovinazzi butta al vento la sua buona rimonta (da 18° a 9°) con un incidente alla Pouhon, Alex Albon mette due ruote sull’erba per passare Sergio Perez (under investigation) e Lando Norris viene fermato ad un giro alla fine per un problema meccanico. Un terribile smacco per il britannico della McLaren che fino a quel punto era in quinta posizione.

Così in classifica troviamo Leclerc primo davanti ad Hamilton, Bottas e Vettel. In quinta piazza troviamo uno strepitoso Alex Albon che, al debutto con la Red Bull, rimonta dalle retrovie fino alla top 5. Sesto posto (provvisorio) per Sergio Perez, settimo un ottimo Daniil Kvyat protagonista anche lui di una grande rimonta. 8° posto in extremis per Nico Hulkenberg sulla Renault, 9° Pierre Gasly sulla seconda Toro Rosso, chiude la top 10 a sorpresa Lance Stroll.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)