Formula 1 in lutto, è morto Niki Lauda

Alla fine Niki Lauda non c’è l’ha fatta. Il tre volte campione del mondo di Formula 1 si è spento ieri all’età di 70 anni. L’ex pilota austriaco aveva subito 8 mesi fa un trapianto di polmone ed ora era stato di nuovo ricoverato in Svizzera per problemi ai reni. In seguito il comunicato della famiglia di Lauda: “Con profonda tristezza annunciamo che il nostro amato Niki è morto pacificamente con la sua famiglia accanto lunedì. I suoi risultati unici come atleta e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili, così come il suo entusiasmo per l’azione, schiettezza e coraggio. Era un modello e un punto di riferimento per tutti noi, e ci mancherà.”

Niki Lauda, nato a Vienna il 22 febbraio 1949, ha vinto 25 dei 171 Gran Premi che ha disputato. In bacheca ha tre titoli mondiali di cui due con la Ferrari (1975-1977) e uno con la McLaren (1984). L’austriaco fu famoso sopratutto per il suo periodo alla Ferrari, nella quale ha avuto il grave incidente al Nurburgring nel 1976 che gli lasciò il viso sfigurato e la rivalità con il britannico James Hunt che ha ispirato il film ‘Rush’. Dal 2012 ricopriva il ruolo di presidente esecutivo del team Mercedes e ha contribuito in parte a creare il dominio della casa tedesca nell’era turbo-ibrida della Formula 1.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)