Formula 1, Porsche fa dietrofront per un suo ingresso nel 2021

Il piano per attirare nuovi motoristi in Formula 1 sta facendo per ora acqua da tutte le parti. Dopo Aston Martin e Cosworth, infatti, anche la Porsche sembra abbandonare i propri progetti per un suo ingresso nel 2021. La casa di Stoccarda, appartenente al gruppo Volkswagen, sarebbe rimasta bloccata dalla non abolizione della MGU-H, il motore termico che gira sull’albero del turbocompressore.

Inizialmente la FIA pensava ad abolirlo, ma tale idea è stata subito bloccata dagli attuali quattro motoristi (Ferrari, Mercedes, Renault e Honda). Questo ha quindi diminuito l’interesse delle altre cause per via dei costi e dei vincoli tecnologici. Questo dietrofront di Porsche non significa solo l’addio ad un ritorno in F1, ma anche la fine di un comparto che ha raccolto vittorie a Le Mans e che nel futuro si occuperà dei programmi GT e Formula E.

In questa fine del programma è stata fondamentale anche lo scandalo ‘Dieselgate’, che ha cambiato i programmi di tutte le case del gruppo Volkswagen. “Il timing per l’ingresso in F1 era semplicemente sbagliato.”, ha affermato ad Auto Motor und Sport una fonte interna al gruppo VW.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)