Formula 1 | Statistiche alla pausa estiva

La Formula 1 è entrata ufficialmente nella pausa estiva che si concluderà il 1° settembre in Belgio. Andiamo ad analizzare la stagione fino ad ora.

Vittorie

Come ben sappiamo, in 12 gare disputate, ben 8 sono state vinte da Lewis Hamilton (Mercedes), mentre le restanti quattro sono equamente divise tra Valtteri Bottas (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull). Per la precisione, Hamilton ha vinto in Bahrain, Cina, Spagna, Monaco, Canada, Francia, Gran Bretagna ed Ungheria. Bottas ha vinto in Australia ed in Azerbaijan, mentre Verstappen ha vinto in Austria ed in Germania. Ciò porta ad un impressionante 66,7% di vittorie per Hamilton, ed un 16,7% a testa per Bottas e Verstappen.

Giri più veloci

I giri più veloci sono invece argomento più combattuto, soprattutto visto il punto aggiuntivo ad essi collegato da quest’anno. Di 12 giri veloci, associati a 12 punti bonus, chi ne ha ottenuti più di tutti è stato Max Verstappen con 3 (Austria, Germania, Ungheria), mentre a quota 2 troviamo Charles Leclerc (Bahrain ed Azerbaijan), Pierre Gasly (Cina e Monaco), Valtteri Bottas (Australia e Canada) e Lewis Hamilton (Spagna e Gran Bretagna). A quota 1 troviamo invece Sebastian Vettel, con il suo giro veloce ottenuto in Francia. A livello di squadre, è un 41,7% per la Red Bull, seguito dal 33,3% di Mercedes ed il “solo” 25% di Ferrari.

Pole positions

Con la conquista da parte di Max Verstappen della pole in Ungheria, le percentuali sono lievemente cambiate. In testa troviamo sempre le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas a quota 4 a testa (un 33,3% a testa). A seguire, Charles Leclerc a quota 2 pole (con un 16,7% delle pole totali) e, a quota 1, il già nominato Verstappen in compagnia di Sebastian Vettel (8,3% a testa). In qualifica non c’è veramente storia, con Mercedes che ottiene un 66,7% combinato di qualifiche, seguita da Ferrari al 25% e Red Bull con la pole di Verstappen a quota 8,3%.

Podi

In 12 gare, sul podio, si sono succeduti solo 6 dei 20 piloti in griglia. Davanti a tutti c’è Lewis Hamilton con ben 10 podi conquistati (sempre primo o secondo tranne in Austria e Germania dove non è salito sul podio). A seguire troviamo Valtteri Bottas a quota 9 (non è salito sul podio in Canada, in Germania ed in Ungheria), per poi passare a Sebastian Vettel a quota 6 (Cina, Azerbaijan, Monaco, Canada, Germania ed Ungheria i suoi podi). Charles Leclerc e Max Verstappen sono entrambi a quota 5 apparizioni sul podio (Leclerc in Bahrain, Canada, Francia, Austria, Gran Bretagna – Verstappen in Australia, Spagna, Austria, Germania ed Ungheria). Infine, a quota 1, troviamo il sorprendente Daniil Kvyat ed il suo podio conquistato in Germania. Hamilton è quindi salito sul podio per l’83,3% delle gare, mentre Bottas vi è salito per il 75%. Kvyat, con il suo unico podio, raggiunge quota 8.33%.

Giri in testa

Non tutte le vittorie sono state con un unico pilota in testa dall’inizio alla fine, basti pensare come esempio al Gran Premio d’Austria o a quello di Ungheria. Nel complesso, Lewis Hamilton è il pilota che è stato più in testa, con ben 351 giri sui 746 percorsi nelle 12 gare (47,1% dei giri totali). A seguire, troviamo Charles Leclerc con 124 giri (16,6%) e, in terza posizione, Valtteri Bottas a quota 103 (13,8%). Poco dietro Bottas c’è Max Verstappen a quota 99 (13,3%) e, a chiudere questa classifica, troviamo Sebastian Vettel che ha condotto gare per un totale di 69 giri in questa stagione (9,2%). Come prevedibile quindi, Mercedes domina con un 60,9% di giri in testa, seguita da Ferrari al 25,9% ed ultima la Red Bull con il 13,3% di Verstappen.

Giri percorsi

Di 20 piloti, solo 2 sono a pieni giri nella stagione: Lewis Hamilton e Max Verstappen a quota 746. Dietro di loro, a 745 giri, troviamo Sebastian Vettel (che finì doppiato di un giro in Gran Bretagna). Leggermente più staccato il quarto pilota, Kimi Räikkönen a quota 738 ed, in quinta posizione, Valtteri Bottas a quota 737. In questa classifica, Pierre Gasly è solo ottavo a quota 725 giri (dietro Albon e Russell), mentre Charles Leclerc è addirittura diciassettesimo a quota 647 (dietro di lui solo Ricciardo, Norris e Grosjean che chiude la classifica).

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.