Gasly: nuova power unit e partenza dal fondo

Photo by Andy Hone, (c) LAT Images

Gasly farà compagnia a Ricciardo nell’ultima fila della griglia di partenza del GP di Hockenheim.

La Honda ha deciso di cambiare tutti e sei gli elementi della power unit, visto che comunque la penalizzazione sarebbe stata relativamente ininfluente. Il francese si era infatti qualificato sedicesimo nelle qualifiche di ieri. Oggi partirà in ventesima posizione dietro al compagno di squadra Hartley, a Vandoorne, a Stroll e a Ricciardo.

Il pilota australiano, tuttavia, potrebbe essere un traino importante per Gasly, che avrebbe davanti a sè un riferimento abbastanza veloce da seguire.

I vertici della Honda hanno spiegato la loro decisione: “Stiamo cambiando tutti gli elementi per ragioni tattiche. Cambieremo tutto tranne i componenti relativi alle batterie”.

Il documento ufficiale della Federazione Internazionale dell’Automobilismo parla chiaro, dicendo che tutti e sei gli elementi sono stati sostituiti. Sulla macchina di Gasly è stato montato il quinto motore a combustione interna, il quinto turbocompressore, il quinto moto generatore termico (MGU-H), il quarto moto generatore cinetico (MGU-K), la terza batteria e la terza centralina.

La Toro Rosso sembra quindi voler tentare il colpaccio in Ungheria, visto che Hartley aveva installato una nuova power unit a Silverstone. Il tortuoso tracciato ungherese, dove molti team arriveranno con le power unit usurate (e quindi meno potenti) potrebbe rappresentare terra di attacco per la Toro Rosso, che sta battagliando con la Sauber per l’ottava posizione nel campionato costruttori. I due team sono separati da soli tre punti e tutto può accadere, senza dimenticare che un piazzamento migliore corrisponde a maggiori introiti.