GP Abu Dhabi: Hamilton e Vettel si dividono il venerdì a Yas Marina

L’ultimo venerdì della stagione di Formula 1 ha consentito a piloti e team di prepararsi non solo per la gara di Abu Dhabi, ma anche e soprattutto per il 2018.

Nella FP1 c’è una Ferrari che, seppur abbia montato dei rilevatori aerodinamici al posteriore, fa il miglior tempo con Sebastian Vettel in 1:39.006. Subito a seguire ci sono Lewis Hamilton e Max Verstappen a 120 e 148 millesimi di ritardo. 4º posto per l’altro ferrarista Kimi Raikkonen che precede il connazionale Valtteri Bottas. In sesta posizione troviamo Sergio Perez, 7º e 8º posto invece per le 2 McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne. In nona posizione abbiamo Felipe Massa, mentre a chiudere la Top 10 c’è un Daniel Ricciardo sottotono. Tante difficoltà in questa prima sessione per il vento e per la pista non gommata: abbiamo assistito infatti a 3 testacoda di Russell (11º), Hulkenberg (18º) e Giovinazzi (19º), fino al crash di Grosjean (12º).

Il tempo scorre, il sole tramonta su Yas Marina ed è subito tempo di FP2. Stavolta è Lewis Hamilton il più veloce di questa sessione di libere con il miglior crono di giornata in 1:37.877. Sebastian Vettel chiude 2º a 149 millesimi dal campione del mondo 2017. Si conferma la Red Bull in terza posizione ma con Daniel Ricciardo stavolta, a seguire i finlandesi Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas. A chiudere il quadro dei top team c’è Max Verstappen in sesta posizione. Al 7º e 8º posto troviamo le Force India con Sergio Perez davanti ad Esteban Ocon, in nona posizione invece la Renault con Nico Hulkenberg. A chiudere la Top 10 c’è Fernando Alonso. Testacoda durante la FP2 per Vandoorne (12º) e Hartley (19º).