GP Austria: Bottas si prende Spielberg, Vettel (2°) guadagna punti su Hamilton (4°)!

E quando pensavamo che per la Mercedes questo poteva essere un week-end negativo visto quello che è successo a Lewis Hamilton, Valtteri Bottas sale in cattedra, prende il suo posto e conquista meritatamente la vittoria nel Gran Premio d’Austria! Una gara perfetta per il finlandese della Mercedes che a suon di tempi mostruosi, una partenza perfetta e una calma da ‘Iceman’ fa sua la seconda vittoria stagionale e lancia un chiaro segnale di come anche lui vuole puntare al titolo mondiale!

Chiude in seconda posizione la Ferrari con un Sebastian Vettel che può dirsi comunque soddisfatto per la sua gara, visto che sfata il tabù del Red Bull Ring (non era mai andato a podio nelle precedenti 3 edizioni). Il leader del mondiale si doveva più preocuppare del suo rivale Hamilton visti anche i tempi di Bottas nella prima parte di gara. Ha provato a dare l’attacco a Bottas con una parte finale di gara super, ma non è stato sufficiente per il tedesco che ha chiuso dietro di soli pochi decimi!

Terza posizione per Daniel Ricciardo che si prende il podio per la Red Bull nel loro GP di casa! Obiettivo centrato per l’australiano che è andato subito a sorpassare Raikkonen nei primi giri ed è stato bravissimo nel finale a tenere la posizione su un Lewis Hamilton scatenato. Non riesce la rimonta al britannico che chiude in quarta posizione dopo un week-end in difficoltà in cui vede il suo svantaggio su Vettel incrementare a 20 punti. Un anonimo Kimi Raikkonen chiude in quinta posizione.

Ma oltre alle emozionanti battaglie che abbiamo visto, uno dei momenti importanti risiede soprattuto nel caos alla partenza: Tutto questo per un Daniil Kvyat che sbaglia punto di frenata centrando in curva 1 Fernando Alonso e Max Verstappen, che saranno costretti al ritiro. Il russo subirà la penalità di drive through e finirà ultimo classificato (16°), andando a chiudere un week-end disastroso per la Toro Rosso visto anche il ritiro dell’altro pilota Carlos Sainz. Anche Kevin Magnussen è costretto al ritiro per un problema idraulico sulla sua Haas.

Passando all’altra metà della zona punti, Romain Grosjean chiude in un’ottima sesta posizione, davanti alle 2 Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon. Ottima gara anche per la Williams che grazie alla strategia piazza Felipe Massa e Lance Stroll in nona e decima posizione! Occasione persa per la McLaren-Honda con un Stoffel Vandoorne che ha dovuto subire un drive through per aver ignorato le bandiere blu.