GP della Malesia di Formula 1 2016: ecco gli orari TV

La Formula 1 torna in pista dopo il GP di Singapore per il secondo dei tre eventi in terra asiatica.
Come sempre, ad ospitare il Gran Premio della Malesia sarà il circuito di Sepang, sul tracciato “classico” che misura ben 5.543 metri ed è un concentrato di tutte le tipologie di settori che un tracciato può avere: a Sepang, infatti, troviamo lunghi rettilinei, curve veloci ad ampio raggio e cuve lente e tortuose.
Per dominare sul tracciato di Sepang serve avere una vettura con un perfetto setup, visto che sarà necessario avere un’ottima aderenza sia meccanica che aerodinamica in modo di poter far fronte a tutte le esigenze del caso.

Le scelte della Pirelli

Per questo evento, la Pirelli ha messo ha disposizione gli pneumatici con banda arancione, banda bianca e banda gialla, che praticamente sono pneumatici a mescola dura, media e soft.
La scelta di Pirelli di portare queste tipologie di pneumatici (i più duri presenti in gamma) è data dalle condizioni atmosferiche che solitamente si trovano in Malesia: il gran caldo, infatti, potrebbe praticamente disintegrare degli pneumatici UltraSoft, mentre degli oneumatici più duri riescono a resistere meglio a queste condizioni.

Resta da capire che strategia utilizzeranno i piloti: il nuovo asfalto di Sepang risulterebbe essere meno abrasivo di quello precedente (anche se i carichi laterali incideranno molto sul consumo degli pneumatici), con conseguente allungamento della vita del pneumatico. Non è assurdo quindi immaginare una strategia che preveda una sola sosta, visto che i pneumatici a mescola dura sono obbligatori in gara.

Tra i top drivers Rosberg e Vettel sono quelli ad aver fatto la scelta meno conservativa con soli 2 pneumatici Hard e ben 7 Soft. Più prudente la scelta della Red Bull: sia Ricciardo che Verstappen avranno a disposizione 3 gomme Hard, 4 Medium e 6 Soft.

I dati ufficiali di Pirelli relativi alle scelte pneumatici dei piloti

I dati ufficiali di Pirelli relativi alle scelte pneumatici dei piloti

L’edizione 2015

Lo scorso anno su questa pista vinse il tedesco Sebastian Vettel, riportando la Ferrari alla vittoria dopo più di un anno di “digiuno”.
Vettel fu aiutato da una monoposto che risultò essere particolarmente parsimoniosa nel consumo degli pneumatici, visto che a fare la differenza fu proprio la strategia adottata dal tedesco: Vettel fece una sosta in meno di Hamilton, secondo al traguardo, e Rosberg, classficatosi terzo.

Quarto si classificò Kimi Raikkonen, che partiva addirittura dall’undicesima posizione in griglia.
Tagliò il traguardo in quinta posizione Valtteri Bottas, seguito da Massa, Verstappen, Sainz, Kvyat e Ricciardo, che chiuse la zona punti.

Fu una gara che regalò diverse emozioni ai tifosi della Ferrari e non solo, con “l’illusione” che i tedeschi alla Ferrari possono solo vincere.

Programmazione TV

Come sempre, la TV satellitare Sky trasmetterà tutto il weekend di gara in diretta sul canale dedicato Sky Sport F1, mentre la differita sarà trasmessa dalla Rai.
Per questa volta quindi, la diretta sarà in esclusiva Sky.

Venerdì 30 settembre:
04:00 – Prove Libere 1 (differita su RaiSport 2 dalle ore 08:30)
08:00 – Prove Libere 2 (differita su RaiSport 2 dalle ore 12:30)

Sabato 01 ottobre:
08:00 – Prove Libere 3 (differita su RaiSport 2 dalle ore 12:30)
11:00 – Qualifiche (differita su Rai 2 dalle ore 14:45)

Domenica 02 ottobre:
09:00 – Gara (differita su Rai 2 dalle ore 14:00)

preview_malesia_2016