GP Italia: Hamilton in Pole dopo oltre 3 ore di qualifiche, Stroll in prima fila, delusione Ferrari

Si è fatta la storia a Monza. 2 motivi: uno è la 69a Pole di Lewis Hamilton che sorpassa Michael Schumacher nella classifica all-time e l’altro è per la qualifica più lunga di sempre, con ben 3 ore e passa di durata. Il motivo è semplice. Nella Q1, quando pioveva molto, l’acquaplaning era molto presente e sul rettilineo principale Romain Grosjean ha perso il controllo, andando contro le barriere e causando bandiera rossa. Il francese della Haas se la prenderà con la direzione gara che, forse intimidita dalle sue proteste, aspetterà fino alle 16:40 per ricominciare con la Q1.

Per il resto, la pioggia che veniva e no ha sconvolto la griglia di partenza. In prima fila insieme a Lewis troviamo la Williams di un sorprendente Lance Stroll. Altrettanto lo è stato Esteban Ocon che partirà 3º con la Force India davanti a Valtteri Bottas. Le Ferrari sono la delusione di giornata: Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel accusano problemi nel mandare gomme in temperatura e partiranno solamente in terza fila. Tra l’altro le 2 Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstappen si sono classificati 2º e 3º, ma dovranno retrocedere per via delle penalità per aver cambiato parti della PU.

Tornando alla griglia, la quarta fila è composta da Felipe Massa e un ottimo Stoffel Vandoorne con la Mclaren, in quinta fila troviamo Sergio Perez e Daniil Kvyat. Fuori dai primi 10 ci sono Kevin Magnussen e Marcus Ericsson in sesta fila, nella settima troviamo Pascal Wehrlein e Romain Grosjean. Poi troviamo i penalizzati: Verstappen e Hulkenberg in ottava fila, Ricciardo e Palmer in nona e a chiudere la griglia Sainz e Alonso