GP Malesia: Red Bull e Ferrari si dividono il venerdì di Sepang.

L’ultimo Gran Premio della Malesia è cominciato già dal giovedì, quando Max Verstappen e Sebastian Vettel (insieme a Kimi Raikkonen), aprivano la conferenza stampa a seguito del crash al via di Singapore. Oggi questi 2 piloti si sono divisi il venerdì di Sepang. Un venerdì che, come previsto, ha portato a condizioni miste e che ha visto 2 squadre (Ferrari e Red Bull), darsi il cambio in testa ma rimanendo sempre nelle primissime posizioni. Ma andiamo a vedere nel dettaglio le 2 sessioni di libere disputate oggi:

Prima sessione

La FP1 si è ‘aperta’ sotto la pioggia battente e la Safety Car fuori. I piloti hanno dovuto aspettare 30 minuti prima di poter scendere in pista e di provare subito sul bagnato, visto che per i prossimi giorni il rischio di monsoni non è da sottovalutare. Qui è la Red Bull ad aver monopolizzato le prime 2 posizioni con Max Verstappen che ha siglato il miglior crono in 1:48.962 e con Daniel Ricciardo dietro di 757 millesimi. Al 3° posto, a sorpresa, troviamo la McLaren con Fernando Alonso, a seguire il duo Ferrari-Mercedes con Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel in quarta e quinta posizione e con al 6° e 7° posto Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. 8° posto per il canadese della Williams Lance Stroll, il debuttante Pierre Gasly conclude in una buona nona posizione con la Toro Rosso. A chiudere la Top 10 c’è il russo Sergey Sirotkin, sceso in pista con la Renault di Nico Hulkenberg. Insieme a lui hanno potuto scendere in pista anche Sean Gelael (14° con la Toro Rosso) i 2 giovani piloti della Ferrari Charles Leclerc e Antonio Giovinazzi. Il monegasco ha chiuso con la Sauber in 16a posizione davanti a Wehrlein di 3 decimi, mentre l’italiano con la Haas ha chiuso come ultimo classificato (19°, Massa non ha girato) dietro di solo 128 millesimi a Grosjean, penultimo classificato.

Seconda sessione

La FP2 si è disputata invece sull’asciutto e con nessuna pioggia, anche se il cielo era molto nuvoloso. Qui è la Ferrari a fare l’1-2 con Sebastian Vettel che sull’asciutto ha fissato il primo limite del miglior tempo a 1:31.261. Kimi Raikkonen chiude 2° dietro al suo compagno di 604 millesimi. Dietro troviamo nuovamente le Red Bull con Daniel Ricciardo 3° e Max Verstappen al 4° posto, distaccati entrambi di 8 decimi e 4 dal tedesco del Cavallino Rampante. In quinta posizione troviamo l’ancora sorprendente McLaren di Fernando Alonso, subito dietro le Mercedes con Lewis Hamilton 6° e Valtteri Bottas 7° (uniche conferme rispetto alla FP1). Sergio Perez è 8°, in nona posizione troviamo Nico Hulkenberg mentre a chiudere la Top 10 c’è l’altra Force India di Esteban Ocon. La sessione è finita in anticipo per una bandiera rossa. Essa è dovuta per lo scoppio del pneumatico posteriore destro della Haas di Romain Grosjean, col francese che è andato contro le barriere nelle curve 11-12.