GP Messico: Red Bull prende spunto dal fondo Ferrari grazie ai generatori di vortici

Gli aerodinamici Red Bull diretti da Dan Fallows, sotto la supervisione di Adrian Newey, hanno fatto debuttare in Messico un nuovo fondo dove nelle zone di estremità  sono stati installati una serie di flap verticali da direzionare in maniera corretta il flusso verso le estremità e generare vortici. Segnaliamo noltre la presenza di una piccola aletta posta alla fine del cofano motore per migliorare l’estrazione del calore.

Scelta particolarmente furba da parte dei “bibitari”, i quali avranno sicuramente tratto ispirazione dalla scuderia di Maranello dove il reparto aerodinamico di Sanchez e Cardile studiò questa soluzione dei generatori di vortici sul fondo per il GP di Austin ma poi scartata dai piloti in gara ed in qualifica: ciò non vuole indicare che questi aggiornamenti non abbiano lavorato come previsto, ma semplicemente portati per essere testati in vista anche dei futuri gran premi o per la stagione 2019.

About the Author

Luigi Gabriele Gueli
Classe 1996', studente di Ingegneria Aerospaziale che nutre sin da bambino la passione per le 4ruote e gli aerei.