GP Messico: Verstappen va a vincere mentre Vettel chiude 4°. Hamilton (9°) è Campione del Mondo

Si conferma la ‘tradizione’ di Kvyat per Max Verstappen. Il giovane olandese (che quando Kvyat viene ‘declassato’ vince) conquista la sua terza vittoria di carriera (la seconda in stagione), ma la scena oggi è tutta per Lewis Hamilton che si assicura il titolo iridato con 2 gare d’anticipo. Con la sua quarta corona Lewis eguaglia il suo rivale Vettel e diventa il pilota britannico più vincente di tutti i tempi, andando a scavalcare dei miti come Jackie Stewart e Graham Hill. Ma la gara è stata tutt’altro che scontata:

Vettel infatti chiude 4°, mentre Hamilton è 9°. Tutto per dei contatti al via che hanno coinvolto proprio i primi 3 piloti in griglia: Verstappen attacca Vettel dall’esterno in curva 1, contatto in curva 2. Hamilton prova ad approffitarne ma Vettel gli scivola in uscita di curva 3. Altro contatto, ala rotta per Vettel e foratura della posteriore destra per Hamilton. Quindi c’è un podio inedito con i finlandesi Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen in seconda e terza posizione.

Quest’ultimo riesce ad arrivarci anche grazie ad una Virtual Safety Car causata dal ritiro di Brendon Hartley per problemi alla PU (insieme a lui si ritirano per lo stesso motivo Ricciardo, Hulkenberg, Sainz ed Ericsson). Al 4° posto giunge in rimonta Sebastian Vettel, 5° è Esteban Ocon che aveva sognato a lungo per un podio. Sesta posizione per un ottimo Lance Stroll, a seguire l’idolo locale Sergio Perez in settima posizione. La Haas giunge ottava con Kevin Magnussen, 9° Lewis Hamilton, Fernando Alonso chiude 10° e porta a casa un punto per la McLaren.