GP Singapore: Harakiri Ferrari allo start, Hamilton ringrazia e si prende la vittoria

La pioggia che è scesa a Singapore nella fase iniziale di gara potrebbe aver dato una direzione al rush finale del campionato. A vincere non è una Ferrari, né una Red Bull, ma la Mercedes di Lewis Hamilton che dopo una gara pazza (superato il limite di 2 ore) va a prendersi il settimo successo stagionale (3 di fila dopo Spa e Monza), guadagnando ben 25 punti sul suo rivale Sebastian Vettel.

Infatti è stata la partenza il momento chiave della gara. Pasticcio per la Ferrari, che tra un Vettel che ha provato a difendere su Verstappen e un Raikkonen che ha provato a superarli tutti e 2 è stata protagonista di un mega incidente che ha portato al ritiro tutti e 3 i piloti citato e anche l’incolpevole Fernando Alonso, trovatosi nel posto sbagliato al momento sbagliato dopo un’ottimo scatto. Fuori successivamente anche Kvyat, Ericsson, Hulkenberg e Magnussen.

Tornando alle classifiche finali, sul podio troviamo Daniel Ricciardo in seconda e Valtteri Bottas in terza posizione. Al 4º posto c’è la Toro Rosso di Carlos Sainz, a seguire la Force India di Sergio Perez e la Renault di Jolyon Palmer, per la prima volta a punti in questa stagione. In settima posizione troviamo la McLaren con Stoffel Vandoorne, in ottava c’è un Lance Stroll in rimonta, Romain Grosjean chiude 9º, mentre a chiudere la Top 10 c’è Esteban Ocon.